mercoledì 26 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Giovane caduto in acqua e morto alla stazione, forse non voleva salvarsi

HomeVenezia cittàGiovane caduto in acqua e morto alla stazione, forse non voleva salvarsi

Giovane caduto in acqua e morto alla stazione, forse non voleva salvarsi

Di lui si sa che era un giovane africano, forse del Ghana. Si sa che è caduto in acqua davanti la stazione di Venezia ed è morto. Ma ora si scopre che forse non voleva salvarsi: è possibile che a Santa Lucia sia lui che annega perché rifiuta i soccorsi?

Di lui si conosce per ora quel che hanno visto gli altri, quelli che viaggiavano sui mezzi pubblici un po’ prima delle 16.00 di ieri e quegli “altri” che hanno assistito impotenti alla scena dalla fondamenta e dagli imbarcaderi della Stazione ferroviaria di Santa Lucia e da quella di fronte, di San Simeon Piccolo.

Chi ha assistito al fatto, ha visto il giovane camminare verso il Canal Grande per poi finire in acqua senza esitazione alcuna, in un modo talmente determinato da sconcertare i presenti che dal vaporetto, dalle rive e dal Ponte degli Scalzi hanno chiamato i soccorsi.

Un vaporetto in transito si è fermato, ha gettato i salvagente di bordo in acqua, con la speranza che il giovane potesse afferrarli, ma il suo corpo era già sparito fra le onde. Una folla terrorizzata e in ansia si è fermata sulle due rive e ha seguito con il fiato sospeso le ricerche di sommozzatori, vigili del fuoco, polizia e Suem, subito accorsi sul posto per tentare un disperato salvataggio di quella giovane vita. Per facilitare le ricerche i mezzi pubblici si sono fermati, o hanno deviato in direzioni diverse, per lasciare campo libero alle ricerche.

Saranno le telecamere di sorveglianza della zona e i cellulari delle tante persone che sembrano aver ripreso le ultime e definitive gesta del ragazzo, il cui corpo senza vita è stato recuperato intorno alle 16 e 30, messo mestamente dentro un sacco di plastica blu e posato sulla barca dei pompieri.

“Era un giovane ventunenne del Ghana, in Italia con permesso regolare”, si sa per ora solo questo di lui. Saranno le ricerche di oggi a dire il suo nome, a far conoscere qualcosa di più di questa esistenza lasciata nell’acqua della laguna in un soleggiato pomeriggio domenicale scelto per affidargli la vita.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Andreina Corso
Cittadina 'storica' di Venezia, si occupa della città e della sua cronaca. Cura gli approfondimenti, è giornalista, insegnante, autrice letteraria, poetessa.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Infarto durante corsa: tragedia a Treviso. Ha 12 anni

Momenti grande paura oggi per un ragazzo di 12 anni colpito da un arresto cardiaco mentre stava correndo una marcia campestre a Vittorio Veneto, nel trevigiano. Il giovane atleta, iscritto alle Fiamme Oro di Padova, è stato visto barcollare e poi...

Ore 12, settanta persone al Pala Expo si alzano in piedi e si mettono a cantare: è il coro della Fenice che ringrazia il...

Come in un flash mob, bello perché sorprende ed emoziona. Improvvisamente e inaspettatamente 70 persone, che parevano in attesa del proprio turno, a mezzogiorno si sono alzate in piedi e si sono esibite per mezz'ora a sorpresa, in mezzo allo stupore degli...

Sciopero Actv a Venezia: la gente “assalta” il motoscafo che fa finecorsa [video]

Qualcuno a bordo già lo sospettava: quel motoscafo era "anonimo", cioè senza cartello di linea. In più, ad ogni fermata precedente (Tre Archi, Madonna dell'Orto, ecc..), il marinaio ripeteva diligentemente "Solo Fondamente Nove", quindi assomigliava in tutto e per tutto ad...

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

Sanzione disciplinare irrogata dal datore di lavoro. L’impugnazione. I principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

La Sanzione Disciplinare irrogata dal datore di lavoro. Vediamo oggi l'impugnazione della sanzione e i principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

Ore 12, settanta persone al Pala Expo si alzano in piedi e si mettono a cantare: è il coro della Fenice che ringrazia il...

Come in un flash mob, bello perché sorprende ed emoziona. Improvvisamente e inaspettatamente 70 persone, che parevano in attesa del proprio turno, a mezzogiorno si sono alzate in piedi e si sono esibite per mezz'ora a sorpresa, in mezzo allo stupore degli...

Con l’addio alle Suore Imeldine la mia Salizada San Canciano non esiste più

(Seguito dell'articolo "La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più") L’uscita da scuola. La fine delle lezioni, come l’inizio, era un altro rito. Si correva fuori, in un Campo San Canciano affollato di genitori, cercando con...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...