spot_img
spot_img
spot_img
11.5 C
Venezia
giovedì 21 Ottobre 2021

Afgani senza biglietto: tafferugli sul tram. Prossima fermata: Questura di Venezia

HomeSicurezzaAfgani senza biglietto: tafferugli sul tram. Prossima fermata: Questura di Venezia

Metti una sera, a bordo del tram. Altoparlante: “Prossima fermata: Questura di Venezia”. Non è una riorganizzazione della linea in applicazione all’orario estivo, è quanto ha deciso il conducente del mezzo in maniera saggia dato che bordo era scoppiata una colluttazione.

La fermata a sorpresa ha così scaricato cinque cittadini stranieri nelle braccia dei poliziotti che, allertati grazie ad una telefonata al 113, li stavano aspettando a Santa Chiara.

Il fatto ripropone il tema della sicurezza a bordo dei mezzi pubblici soprattutto nelle ore serali.

Sono circa le 23.00. A bordo del tram appena partito da Piazzale Roma vi sono due agenti di Arco Vigilanza, la società incaricata da Avm-Actv dei controlli sui mezzi pubblici, che cominciano a verificare biglietti e abbonamenti.

Arrivati davanti al gruppo di nazionalità afgana, che naturalmente era senza biglietto, i due agenti sono stati circondati e addirittura uno del gruppo di stranieri ha stretto le mani al collo a uno dei due vigilanti.

La guardia giurata si è divincolata ma sarebbe stata raggiunta da una testata. Fortunatamente la situazione non ha fatto in tempo a degenerare oltre, nonostante gli atteggiamenti intimidatori e i gesti violenti degli aggressori, perché sul mezzo sono provvidenzialmente saliti i poliziotti.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Data prima pubblicazione della notizia:

2 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Barbara…. Ma si può sperare che salga la polizia o i cc x stare un più tranquilli…. Ma oltre a tutto quello che si sente di che cosa avete ancora bisogno x mandarli al loro paese…. Ma a nuoto però… E se qlc di questi falsi buonisti ha qlc da dire, che se li prenda a casa con la responsabilità di quello che fanno….

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements