COMMENTA QUESTO FATTO
 

 Actv mostra i vandali dei tornelli: a Venezia non si saltano, si sfondano

Actv si è stufata: immagini pubbliche di chi danneggia i tornelli e esposto in Procura. A Venezia i passeggeri portoghesi non fanno ‘il salto del tornello’ come mostra Striscia, ma lo sfondano proprio. Le portine forzate restano poi spesso penzoloni mentre i vandali salgono tranquillamente sul mezzo.

Ed ecco che l’azienda, che deve poi provvedere a costose manutenzioni, ha deciso di prendere provvedimenti: le immagini dei portoghesi-vandali sono rese pubbliche grazie alle telecamere ad alta definizione che ormai si trovano in ogni pontile e, una volta identificato, il responsabile verrà segnalato alla Procura con un’ipotesi di reato dovuta al danneggiamento non proprio leggera.

Actv, d’altra parte, deve continuamente intervenire per ripristinare tornelli danneggiati e questo si traduce in un costo di una serie che sembra lunga. Qualche giorno dopo averli installati, ad esempio, quelli del pontile Giardini Biennale rimanevano aperti e piegati mentre guardavano tristemente verso il basso. Nei mesi scorsi, sempre per esempio, un gruppo di sei vandali, in più di una circostanza, ha distrutto quelli di Santa Maria Elisabetta e quelli di piazzale Roma.
E lo studio dei fotogrammi, inoltre, sta mostrando che spesso si tratta sempre delle stesse persone, agli stessi orari, che prendono le stesse linee.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here