Abano, ladro scoperto punta coltello alla gola a bambino di 10 anni

112

Abano, ladro scoperto punta coltello alla gola a bambino di 10 anni

«Correte, qualcuno vuole fare del male a mio fratello».
E’ merito della figlia coraggiosa di una coppia di commercianti di Abano Terme se i carabinieri sono corsi a salvare il fratello che per dieci interminabili minuti è stato in balia di un rapinatore, con un coltello puntato alla gola.
La ragazzina, proprio come in un film, è riuscita a nascondersi e a chiamare il 112, evitando una tragedia.

L’incubo inizia in via Sabbioni, ad Abano, alle 4 di ieri notte. Il rapinatore, scoperto dai proprietari di casa, per garantirsi la fuga ha preso in ostaggio il figlio minore di 10 anni, puntandogli un lungo coltello alla gola.
Lo racconta il padre di famiglia: «Ci ha detto: ‘Datemi i soldi o lo ammazzo’, gli ho dato quello che avevo in casa, ho tentato di spingerlo ma lui ci ha minacciati tutti, per fortuna mia figlia ha chiamato i carabinieri, non so cosa sarebbe successo».

I miliari del radiomobile di Abano, con gran sangue freddo, hanno sfruttato l’effetto sorpresa provocato dall’irruzione in casa, e sono piombati sul rapinatore, ammanettandolo.

Ed è stato grazie alla sorella di 15 anni se i Carabinieri sono arrivati tempestivamente e hanno disarmato il rapinatore. La ragazzina quando si è resa conto di cosa stava accadendo ha dato l’allarme e attivato la chiamata automatica al 112.

I militari hanno arrestato il rapinatore mentre si trovava ancora dentro l’abitazione. Si tratta di un albanese di 31 anni, Emiljan Shelna.

Secondo quanto saputo, prima di quella rapina, ieri notte, aveva tentato altri colpi in diverse abitazioni della zona.

10/10/2015

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here