1.1 C
Venezia
mercoledì 27 Gennaio 2021

25 Aprile, le parole di Andreina Corso

Home I nostri ricordi 25 Aprile, le parole di Andreina Corso
sponsor

25 Aprile, le parole di Andreina Corso
Il 25 Aprile un po’ di tempo fa è stato ricordato dalla nostra Andreina Corso. Noi abbiamo imparato che ci sono scritti, pensieri, ragionamenti, che non invecchiano, non passano di moda. Anzi: forse più il tempo passa più li apprezzi. Gli articoli della nostra Andreina appartengono a questa categoria, per questo con piacere e, riteniamo, a ragion veduta, lo riproponiamo ai nostri lettori.

sponsor

Un “altro” 25 Aprile. Di Andreina Corso.

commercial

Ci piace pensare a quei giorni della Liberazione, assaporando il pensiero di persone limpide, che c’erano durante la guerra, che l’hanno vissuta e patita e che nonostante tutto hanno scritto parole ben distanti dal livore che oggi anima le pagine dei giornali, in una specie di rivincita liquidatoria sui guai del nostro tempo.

Con disquisizioni e distinguo, ogni commentatore, politico, intellettuale accreditato o meno, dice e scrive che è Lui e chi lo segue, l’eredità della Liberazione, il degno rappresentante della Resistenza. Tutti gli altri sono invisibili sudditi della corruzione e del potere.

Ed ecco che le parole di Piero Calamandrei raccontano un mondo “altro” che analizza (come se avesse già previsto il domani) il tono perentorio in atto e lo trasforma culturalmente.

“Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero perché lì è nata la nostra costituzione”.

Poco conta che l’oggi sia permeato di fatti e problemi che con “quelle lotte” poco hanno a che fare e ancor meno si considera lo stato sociale del nostro paese che di tutto può vantarsi, ma non delle libertà negate per troppi cittadini oppressi dall’ingiustizia, dalla povertà e dall’incertezza.

Ricordare è un dovere, celebrare anche, a patto che non sia il rituale, la coperta corta che non ce la fa a coprire la realtà di una libertà da noi stessi ignorata e violata.

Norberto Bobbio nei suoi scritti sulla resistenza (1945 – 1995), pubblicati da Einaudi, racconta in ‘Eravamo ridiventati uomini’: “Ma quel giorno, quando i partigiani entrarono in città – era il 28 aprile – e i tedeschi seguiti dai fascisti l’abbandonarono in fuga, l’incubo improvvisamente cessò.
Fu come se un vento impetuoso avesse spazzato d’un colpo tutte le nubi e alzando gli occhi potessimo rivedere il sole di cui avevamo dimenticato lo splendore; o come se il sangue avesse ricominciato a scorrere in un cadavere risuscitandolo. Un’esplosione di gioia si diffuse rapidamente in tutte le piazze, in tutte le vie, in tutte le case. Ci si guardava di nuovo negli occhi e si sorrideva. […] Non avevamo piú segreti da nascondere. E si poteva ricominciare a sperare. Eravamo ridiventati uomini con un volto solo e un’anima sola. Eravamo di nuovo completamente noi stessi. Ci sentivamo di nuovo uomini civili. Da oppressi eravamo ridiventati uomini liberi. Quel giorno, o amici, abbiamo vissuto una tra le esperienze piú belle che all’uomo sia dato di provare: il miracolo della libertà. Sono stati giorni felici; e nonostante i lutti, i pericoli corsi, i morti attorno a noi e dietro di noi, furono tra i giorni piú felici della nostra vita”.

Di quella libertà, di quella speranza oggi il nostro Paese ha bisogno di ritrovarne il significato, basterebbe fermarsi ogni tanto, prendere fiato e come suggeriva con semplicità Virginia Woolfe “pensare, pensare, pensare”, magari facendosi aiutare dalla poesia:
Qui vivono per sempre
gli occhi che furono chiusi alla luce
perché tutti
li avessero aperti
per sempre
alla luce
(Giuseppe Ungaretti, Per i morti della Resistenza)

Andreina Corso

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

6 persone hanno commentato

  1. Ieri ho rivisto La ciociaria con Sofia Loren. Giurio che nessun volto di madre mi ha fatto capire quanto male ha fatto la guerra ai civili, a quelli che hanno troppo pagato, pur innocenti. No, non perdono.

  2. Anch’io vorrei partecipare con voi e festeggiare la giornata della libertà. Vorrei, ma so che purtroppo non è ancora tempo. Buon 25 Aprile

  3. La libertà è un desiderio umano, ricordare è fare storia, credere nella pace è respirare verso l’altezza.
    Grazie Andreina

  4. Cara redazione, conosco da tanti anni Andreina e tanta è la mia stima per lei. quando leggo i suoi libri o gli articoli, penso sempre a come fa, mi aiuta a pensare, ad avere fiducia in me stessa e negli altri. Grazie a voi e a Andreina da un’amica che le vuole bene.
    Paola

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Altro bambino di 9 anni muore con la corda al collo. Social, sfida, gioco: qual è la matrice di questa follia?

Un altro bambino, questa volta di 9 anni, è morto impiccato in casa. Espressione dura che descrive tutta la crudezza di questa follia che...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...
commercial

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Covid: pazienti morti per colpa del medico? Dottore arrestato per improprio uso farmaci

Pazienti morti non per il Covid ma per colpa del medico? Un dottore è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari per questa ipotesi. Va...
sponsor

Coronavirus Venezia, la seconda ondata si sta ritirando

Coronavirus Venezia e provincia, la seconda ondata da segni di regressione. Il primo segno si può interpretare con il tasso di occupazione dei posti letto. I...

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...

Coronavirus Venezia, nuovi positivi con leggera ripresa

Coronavirus Venezia (e provincia) una giornata in chiaro-scuro quella che va dalle ore 17 di martedì alle ore 17 di mercoledì. In attesa che i...

All’esame di guida con l’equipaggiamento da spia: due suggeritori fuori davano risposte

A quanto pare in questo periodo gli stranieri le studiano tutte per superare l'esame di scuola guida senza la fatica di imparare. Dopo il nigeriano...

Il virus si fa ancora sentire: +14 terapie intensive. Esperto: un altro stop sarebbe meglio

Andamento Covid oggi: il virus si fa ancora sentire. +11.629 casi e 299 i morti in 24 ore. +14 i ricoveri nelle terapie intensive. Gli...
commercial

ZENO di Lorella Del Gesso [concorso letterario]

Il mio nome è Zeno, la mia età cinque anni. Vivo con Eleonora, che è la mia mamma, e Alan, il suo compagno, con cui...

Zuppa conservata male origina botulino: 40enne in rianimazione

Un uomo di 40 anni ha mangiato una zuppa scongelata ed è finito all'ospedale per intossicazione da botulino. L'incidente, che non ha responsabili se...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Ancora Legge n. 104. Cosa posso fare e non posso fare durante i giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap. Quali...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.