5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
5x1000 o cinque x mille o cinque per 1.000
10.2 C
Venezia
venerdì 23 Aprile 2021

Zaia: “Rimborsi Inps a parlamentari, non nascondetevi dietro alla privacy”

HomeZaiaZaia: "Rimborsi Inps a parlamentari, non nascondetevi dietro alla privacy"

Zaia ha parlato anche dei rimborsi Inps ai parlamentari durante il punto stampa di oggi. Il concetto espresso dal governatore è chiaro: “Non nascondersi dietro privacy, fuori i nomi. I cittadini vogliono i nomi”.

“Il sentiment è pesante, i cittadini dicono fuori i nomi. E penso che i cittadini debbono essere ascoltati”. Queste le parole del presidente del Veneto che fa “appello a tutte le forze politiche: è fondamentale chiarire la vicenda, perché viene meno la credibilità di tutta la classe dirigente. Se iniziamo a trincerarsi dietro alla privacy – ammette – non ne veniamo più fuori. E resta questo sospetto strisciante tra tutta la comunità, e mi metto nei panni dei cittadini che potrebbero avere il sospetto quando si trovano davanti un amministratore se questo è uno del bonus oppure no”, col pericolo poi che ci sia “una caccia all’untore”.

“Non vorrei che con la scusa della privacy qualcuno scappa anche dalla ‘conta’. Non esprimo giudizi perchè ognuno avrà la sua giustificazione , le sue motivazioni”. Zaia fa sapere di aver “già chiesto ai consiglieri veneti di darmi un ragguaglio, e spero che in giornata abbia questo censimento, poi a cascata ci saranno gli altri amministratori. Ci mettiamo poco a fare una sorta di ‘me too’ al contrario. Nel mio partito il segretario è stato chiaro indicando la sospensione che apre uno scenario peggiore. La sospensione – spiega – è già un atto importante: si chiede di fare un passo a lato. E visto il fronte delle candidature, vuol dire perdere quel treno. Se fosse per me quella persona non la candiderei”.

Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale: “Da parte mia c’è massima collaborazione e proposte costruttive”. Anche Zaia, secondo quanto si apprende, ha ribadito la necessità di “non andare in ordine sparso” e di arrivare ad una soluzione condivisa tra governo ed enti locali.

Infine la strategia principale per prepararsi all’autunno: “Sto spingendo per i test rapidi. Saranno l’arma principale per fronteggiare l’emergenza dell’autunno, che non sarà quella del coronavirus, bensì quella dell’influenza comune (che comunque è un coronavirus): dovremo essere in grado di escludere se la persona, e penso anche ai nostri medici, è affetta da influenza o dal virus, e i test rapidi saranno fondamentali”.

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
Advertisements
sponsor