Zaia: “Nessuno abbassi la guardia. Non si può escludere terza ondata”

ultima modifica: 22/11/2020 ore 18:23

323

Coronavirus: Zaia, lockdown per noi non esiste più

Zaia: “Nessuno può e deve abbassare la guardia”, anche se: “Da noi c’è una sanità reattiva, ma nessuno può escludere la terza ondata di virus.
Sono le parole del presidente del Veneto questa mattina.
“Da noi per ora la situazione è sotto controllo perché la sanità ospedaliera e territoriale è molto reattiva. Però nessuno abbassi la guardia”, perché “nessuno può escludere che possa arrivare anche la terza ondata e forse la quarta”.
Parole tese a non sottovalutare mai il pericolo del “nemico”.
“L’importante è essere preparati. Con questo virus dovremmo imparare a convivere”.
Per il Covid:


“noi abbiamo il più basso tasso di ospedalizzazione con circa 2.600 ricoverati di cui circa 300 persone in terapia intensiva”.
“Nessun segreto: da tempo avevamo puntato su una scelta di cure domiciliari e su quello abbiamo investito. Il binomio medicina ospedaliera e territoriale paga molto di più davanti al Covid. Abbiamo 51 equipe Usca per le visite a domicilio, e un ottimo rapporto con una squadra efficiente di medici di base che al 59% fa anche tamponi”. “ora compreremo anche 100 mila saturimetri da distribuire ai nostri pazienti insieme all’ossigeno. In questo modo la maggior parte potrà curarsi a casa”.
Sul Natale, Zaia dice

che “nessuno ha la sfera di cristallo. Le ondate Covid durano di solito in tutto il mondo circa 100 giorni, quindi a Natale probabilmente ci troveremo nella parte bassa dell’ondata“.
Per quanto riguarda l’imminente arrivo del vaccino (e le accuse mica tante velate del prof. Crisanti) Zaia conferma: “Quando arriverà il vaccino lo farò, penso non ci siano alternative”.
Il governatore del Veneto Luca Zaia dalle colonne de La Stampa ha parlato anche del governo.
“Se anche Berlusconi dovesse appoggiare il governo, sarà come il Big Bang: si chiuderà un’era e se ne aprirà un’altra. Nulla sarà più come prima”.



(foto da archivio – articolo: Zaia: “nessuno abbassi la guardia. Nessuno può escludere terza ondata” – covid/coronavirus – 22/11/2020)

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Una persona ha commentato

  1. Presidente LUCA ZAIA!!!!! Seminare terrore ogni giorno non serve a niente se le teste e le coscienze delle persone non ricevono. Ci faccia sentire la presenza dello Stato nel territorio, voglio la sicurezza che mi spetta. Ho il pieno diritto ad essere difesa. Mandi le Forze dell’Ordine (Polizia Locale esonerata dai controlli) per le strade a presidiare oltre che a controllare i luoghi di lavoro pubblici, mezzo di trasporto ecc. Il suo modo di seminare panico mette le persone uno contro l’altro, qui rischiamo una guerra civile ed un inasprimento dei rapporti interpersonali. Non è che anche questo sia un obbiettivo di raggiungere? Ci ridia i diritti che ci ha tolto. SANITÀ-CASA- LAVORO. La Sua ***** ha contribuito a impoverire il Veneto, famiglie intere in miseria e lavoratori dopo i 50 anni disoccupati che non potranno avere mai una pensione, INPS ringrazia a obbiettivo raggiunto. Ha fatto decretare Venezia come area di crisi industriale complessa per quale motivo se i frutti non si vedono. Se non ci ammazza il Covid o un tumore ci ammazzate con la povertà. Metta a regime L’ATER di Venezia che non ha mai funzionato e che lascia degradare l”intero patrimonio pubblico, emarginando i pochi veneziani nelle isole ed in terraferma per lasciare il campo libero alle speculazioni, si adoperi perché Venezia riviva con la cittadinanza attiva. Vada all’Ospedale Civile di Venezia a fare un sopralluogo nei reparti e faccia abbattere il SEMERANI vera VERGOGNA umana. Si restauri il patrimonio storico dell’Ospedale e si rimetta a nuovo il vecchio reparto di CHIRURGIA GENERALE ora in vergognoso degrado. LAVORO LAVORO LAVORO per i Veneti, altro che prosecco. Basta fondi alla Sanità Privata la salute è un DIRITTO che i Veneti non hanno DIFESO.

Please enter your comment!
Please enter your name here