venerdì 21 Gennaio 2022
-0.4 C
Venezia

Yoko è mancata, era la filantropa innamorata di Venezia

HomeNotizie Venezia e MestreYoko è mancata, era la filantropa innamorata di Venezia

Yoko Nagae Ceschina è mancata

Si è spenta sabato a Roma la contessa Yoko Nagae Ceschina di origine giapponese. Aveva 82 anni la vedova dell’ imprenditore Renzo Ceschina, una delle donne più ricche di Venezia. Lei la proprietaria del Gran Caffè Quadri in Piazza San Marco fino ad un paio d’anni fa, quando la gestione passò alla famiglia Alajmo.
La più grande passione della contessa era la musica, tanto da esser coinvolta nell’operazione diplomatica che qualche anno fa rese possibile il concerto dell’Orchestra Filarmonica di New York a Pyongyang, nel gran Teatro della capitale della Corea del Nord.
Yoko Nagae Ceschina, originaria di Tokyo, faceva parte degli Amici della Fenice e della Venice International Foundation e aveva finanziato, qualche anno fa, il restauro del grande sipario storico del Malibran.

Era stata proprietaria anche di Palazzo Ruzzini Priuli, l’imponente edificio cinquecentesco di campo Santa Maria Formosa, venduto e trasformato in albergo in albergo di lusso. Laureata alla Tokyo National University of Fine Arts and Music la contessa arrivò in laguna negli anni sessanta per diplomarsi in arpa al Conservatorio di musica Benedetto Marcello e poi a Roma all’Accademia di Santa Cecilia.
Molti i concerti sponsorizzati dalla vedova innamorata di Venezia ma legata a San Pietroburgo, tanto da decidere di far portare le sue ceneri in Russia. Alla morte del marito divenne beneficiaria dell’imponente eredità di circa 200 milioni di dollari e dovette affrontare una lunga causa con il nipote del marito che le contestava la legittimità. La contessa vinse la causa e trascorse il resto della sua vita a sostegno della musica, la sua più grande passione.

Monica Manin

[13/01/2015]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...

No Vax passano alle minacce: lettera con proiettile a dottoressa di Padova

No Vax passano alle minacce: l'immunologa Viola a Padova finisce sotto scorta a causa di una lettera con proiettile. C'è grande riserbo dagli inquirenti ma si è saputo che la lettera di minacce No vax conteneva un proiettile ed è stata...

Commessa veneziana perde 2.900 euro col ‘phishing’ e la banca non risponde: “Colpa sua”

Banca si rifiuta di riaccreditare le somme prelevate indebitamente a una commessa di Venezia, vittima del phishing: “colpa sua”.

Da lunedì niente mezzi senza Super green pass: la rabbia dei residenti delle isole

Cattive nuove per gli abitanti nelle isole della laguna sprovvisti di Super green pass: da lunedì non potranno salire sui mezzi di trasporto. Vivere in un’isola e non poter salire sui mezzi di trasporto per recarsi al lavoro, andare a scuola, o...

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio. Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso. Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua...

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

Venezia, gondoliere aggredito da turista perchè lo ha fatto scendere dalla gondola [video]

Venezia, gli anni passano ma le cose non cambiano. La cultura del turista che è convinto di entrare in una città finta, dove tutto è permesso perché "paga", non migliora. Anzi. L'ultimo episodio a dimostrazione di ciò ci è giunto in redazione...