Voce del Verbo di oggi: Volere. 2a coniugazione, Modo infinito. Di Andreina Corso

ultimo aggiornamento: 07/02/2015 ore 05:47

182

"A Closer Europe", borsa di studio per giovani universitari

Voce del Verbo
Volere
Seconda coniugazione Modo infinito

Verbo che implica una volontà precisa, determinata a Volere.
Un tempo e in parte anche ora, per volere, ottenere, si chiamava in campo il sacrificio.
Come dire che per volere bisogna faticare per dare senso a questa parola.
Conquistare un desiderio, un diritto, talvolta è difficile.
Nel lavoro succede tutti i giorni.


Si vuole, o forse è meglio usare il Condizionale, si vorrebbe trovare un posto di lavoro, la volontà c’è ma i risultati sono quasi sempre deludenti.
Volere non è volare che ci porterebbe in alto e forse in fuga, la volontà si spegne di fronte alle delusioni.
Per un posto di lavoro migliaia di ragazzi si presentano ai concorsi pubblici.
escono dalla prova sudati, ansiosi, vorrebbero davvero che quel posto fosse loro, ma già sanno che il sogno non si avvererà. Ciò nonostante continueranno a volere e insieme a volare.

Andreina Corso

[06/02/2015]


Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Una persona ha commentato

  1. Volere : decisione assoluta che porta a disporre della propria volontà in un impegno non sempre cosciente. Meglio ” vorrei ” , che lascia spazio agli imprevisti. La forza di volontà è prerogativa di un carattere forte che peò non tien conto di ciò che il futuro a volte riserva.

Please enter your comment!
Please enter your name here