Voce del Verbo di oggi: Trasmettere. 2a coniugazione, Modo infinito

ultimo aggiornamento: 21/04/2015 ore 06:57

137

platone

Chi sono allora, Diotima, quelli che filosofano, che trasmettono, se non lo sono né i sapienti né gli ignoranti? “E’ chiaro anche ad un bambino ormai – disse – che sono quelli a metà tra questi due e che di essi fa parte anche Amore. La sapienza, infatti, fa parte delle cose più belle e Amore è amore del bello e del vero, sicché è necessario che Amore sia filosofo e, in quanto filosofo, sia in mezzo tra il sapiente e l’ignorante”. (Platone, “Simposio”)

L’ispirazione al vero imporrebbe di trasmettere agli altri i valori che conosciamo, di cui siamo capaci. Il dialogo di Platone con la filosofa Diotima mette in evidenza il concetto di verità, così necessario alla Parola.


Prendiamo atto e coscienza che il tramandare nei secoli ci presenta oggi un trasmettere approssimativo, talvolta superficiale ispirato a mode momentanee, a tempi minimi di riflessione incoraggiati dai nuovi mezzi di comunicazione che consumano con un clik una valanga di concetti.

Manca il tempo del ripensamento, della responsabilità del contagio di frasi inopportune, di giudizi impietosi che trasmessi e diramati inoltrano l’accesso ad una lettura acritica della Parola e della Realtà.

Qualche giorno fa un giornalista ha dichiarato ad un politico durante una trasmissione televisiva, che gli parlava, ma che della questione ( che riguardava tutti) non gliene importava niente. Nessuno ha obiettato.


Sembra naturale oggi trasmettere indifferenza e spregio per l’interlocutore o l’avversario. C’è chi applaude. Il rispetto diventa etereo, indefinito. Qualcuno potrebbe perfino sorridere a tanto ardire. Ed ecco allora la necessità di rivolgersi ancora alla saggezza antica per recuperare il verbo trasmettere che “vorremmo”.

Ci illumina Seneca “La filosofia non respinge nessuno e non fa speciali scelte: splende per tutti”.

Andreina Corso

21/04/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

2 persone hanno commentato questa notizia

  1. Cosa c’è di piu’ bello che trasmettere, sopratutto forti e belle emozioni 🙂 La gioia di vivere, l’affetto, la vicinanza, la protezione etc etc 🙂
    Il mio intento il piu’ delle volte è farlo attraverso la scrittura che serve a comunicare, a trasmettere informazioni o sentimenti da mente a mente, da luogo a luogo e da tempo a tempo ..

Please enter your comment!
Please enter your name here