Voce del Verbo di oggi: Tacere. 2a coniugazione, Modo infinito. Di Andreina Corso

290

stanlio e olio LARGE

Voce del Verbo
Tacere
Seconda coniugazione Modo infinito

Che bisogna di silenzio.
Grazie Verbo Tacere, per la tua umiltà, per la tua intelligenza, per il tuo stile.
Adesso che tutti abbiamo bisogno di quiete, il tuo esserci riporta la ragione al pensiero semplice, senza feste, senza ricorrenze, senza enfasi.

Troppe parole hanno navigato senza bussola in queste ultime settimane, troppe frasi sprecate, dette per consuetudine, hanno distribuito sentimenti momentanei, privi di quel vigore che solo l’esperienza e la verità avrebbero potuto mettere in luce.
Ringrazio il tuo meditare, verbo Tacere, la tua saggezza e mia sorella Francesca che ha suggerito il tuo nome.
Adesso taccio anch’io, anche se tante le cose vorrei dire, e vorrei trovare la forza per esprimere quanto c’è di importante nel tacere. Ce ne accorgiamo qualche volta, o spesso, quando abbiamo già detto ciò che era meglio non dire.
Difficile tacere, difficile non dire.
Non posso che esprimere gratitudine al silenzio che si accontenta di ascoltare, che resiste alla polemica, senza mai dimenticare e men che mai abbandonareil valore della sua identità.

Andreina Corso

[07/01/2015]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here