Voce del Verbo di oggi: Perdere. 2a coniugazione, Modo infinito. Di Andreina Corso

ultimo aggiornamento: 17/01/2015 ore 06:09

129

fila gente in coda

Voce del verbo
Perdere
Seconda coniugazione Modo infinito

Perdere non è come lasciare, né come abbandonare.
Perdere è perdersi.
Perdere una persona cara, una certezza, un punto di riferimento.
Perdere la faccia, magari per un unico sbaglio nella vita su milioni di cose fatte nel modo giusto.
Perdere di vista, perdere le elezioni.
Perdere e basta.


Oppure perdersi nel mondo fantastico che appaga, nelle illusioni, nella speranza di un’alba capace di dar spazio al futuro.
Perdere una partita, perdere una scommessa, si perde quando non si vince,
Talvolta si vince anche quando si perde. Ma questa è tutta un’altra questione.
Fra perdere e vincere c’è lo spazio di un tempo pensoso, di un’attesa di qualcuno o qualcosa che se n’è andato e che forse ritornerà.
Non perdersi nel cestino delle cose “buttate” è già un’impresa.

Andreina Corso

[16/01/2015]


Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Una persona ha commentato

  1. …”talvolta si vince anche quando si perde”…..quanto è vera questa frase….e credo che una vittoria importante sia proprio quella di imparare a trovare sempre qualcosa di buono….anche nelle situazioni difficili…..riuscendo a trovare quella chiave di lettura capace di farci capire che talvolta…..è meglio perdere una situazione…..alla quale teniamo molto…ma che forse….in fondo….ci fa del male…

Please enter your comment!
Please enter your name here