Voce del Verbo di oggi: Consolare (II). 1a coniugazione, modo infinito. Di Andreina Corso

ultima modifica: 07/05/2015 ore 17:14

105

mamma consola bambino che piange

Voce del Verbo:
Consolare
Prima Coniugazione – Modo infinito

Il tocco è attento e leggero di chi già sa di non poter superare o evitare una sofferenza, ma sa di poter contare sulla sua lunga esperienza e sul grosso bottino di recriminazioni che la Storia gli ha affidato.
Consolare ha cura degli altri, non parla a caso, pesa e pensa le parole giuste per alleviare il dolore, per aiutare a non cedere allo smarrimento.

A volte è musica, a volte è uno sguardo.
Altre volte un abbraccio.
Gli sono estranei la diffidenza e gli egoismi, se bussi alla porta di Consolare, sai che ti verrà aperta.
Il suo incedere è elegante e misurato, il suo passo, come la neve a Natale accompagna i silenzi della notte.
E culla il sonno e l’insonnia a tu per tu con lo scorrere tranquillo dei minuti e delle ore.
Tu, in dormiveglia assaporerai il gusto della consolazione.

Andreina Corso

07/09/2014

Riproduzione vietata

&#9674 Leggi tutti i verbi del giorno di Andreina Corso

Riproduzione Riservata.

LEGGI TUTTO

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here