8.4 C
Venezia
sabato 23 Gennaio 2021

Video della Baby Gang che terrorizza Venezia: ragazzo a terra e l’indifferenza attorno

Home Oggi in edicola Video della Baby Gang che terrorizza Venezia: ragazzo a terra e l'indifferenza attorno
sponsor

Rissa all'addio al celibato: romeni 'danno una lezione' a moldavi, un morto. Presi dopo breve fuga
C’è un video dell’ “ultima impresa” compiuta dalla ‘Baby Gang’ che terrorizza Venezia. Un video agghiacciante che racconta secondo per secondo dell’aggressione a San Giacometto. Un’aggressione che ha lasciato un ragazzo per terra con una prognosi di 40 giorni e il timore che potesse non tornare a camminare.

sponsor

Il video viene analizzato con lucido approfondimento nell’articolo che vi riportiamo per la rubrica: “In edicola oggi…” (in cui segnaliamo alcuni tra i più interessanti o meglio scritti tra le testate in edicola) a firma E.Bir. nelle pagine del Corriere del Veneto.

commercial

E’ spaventosa la realtà che ne trapela: la ‘Baby Gang’ in azione a Venezia produce una situazione di terrore in cui tutti assistono impietriti, atterriti. Anche due agenti di polizia preferiscono non intervenire con decisione attendendo l’arrivo dei rinforzi.

Tra tutte le reazioni possibili solo uno spettatore, nascosto e da lontano, riprende la scena con il cellulare, magari pensando che il filmato potrà essere utile per inchiodare i responsabili di tanta violenza.

Il ragazzo a terra e l’indifferenza intorno
Il video degli istanti dopo l’aggressione a San Giacometto. Ore contate per la baby gang
E.Bir.
Corriere del Veneto del 13/04/2019
VENEZIA Al centro, c’è un ragazzo, steso a terra. Vicino a lui, una ventina di giovani, anzi giovanissimi, qualcuno scappa. Voci, grida, tanta agitazione, paura. Tutt’intorno, una folla di gente, anche adulti che assiste alla scena, la riprende con il cellulare, passeggia e tira dritto. Nessuno interviene.
Sono le immagini del primo video — circolato ieri — del pestaggio di sabato scorso, in campo San Giacometto. Cinque ragazzi accerchiati da venti ragazzini, picchiati a sangue: uno di loro ha le vertebre fratturate ed è costretto a stare immobile con un busto per evitare il peggio, la paralisi. Il video mostra gli attimi successivi al pestaggio, ma quello che colpisce è l’immobilità degli spettatori, forse spaventati dall’assistere a una violenza tale da parte di un gruppo di ragazzini. Uno di questi ultimi, ad un certo punto, raccoglie da terra una bottiglia di vetro e la sbatte sull’asfalto fino a romperla. Nel filmato, che ritrae la parte immediatamente successiva al pestaggio, si vede anche l’intervento di due poliziotti che inizialmente si avvicinano al ragazzo malmenato ma poi si allontanano, scatenando la protesta delle voci di sottofondo. Sono due agenti del commissariato San Marco che hanno atteso l’arrivo dei rinforzi per poter intervenire in sicurezza. Agire in due, contro oltre venti ragazzini, sarebbe stato pericoloso. Nel video si sente anche il sollievo quando il ragazzo steso a terra si muove, sollievo perché è vivo. Segno che la gente intorno pensava che potesse non esserlo, ma nessuno ha avuto il coraggio di avvicinarsi…
(l’articolo integrale sul Corriere del Veneto oggi in edicola)

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

3 persone hanno commentato

  1. Mi dispiace ma nessuna giustificazione per spettatori e soprattutto per gli agenti di polizia che hanno assistito passivamente alla scena. L’intervento è da considerarsi atto dovuto e rientrante a pieno nei loro compiti. Se qualcuno dei ragazzini stesi a terra non avesse avuto l’oggi e un domani? Vergogna!

    • Gli agenti non sono in condizione di reagire in queste circostanze, sono annullati dallo Stato. Con dei minorenni, intervendo, avrebbero rischiato un procedoimnto disciplinare grave contro loro stessi. Per questo hanno atteso i rinforzi.
      Piuttosto: prigione anche per i minorenni e/o i loro genitori, se responabili. Prima la sicurezza, poi la comprensione. Quello che è successo non è possibile. Espulsione per gli extracomunitari. La scusa delle “leggi da rispettare” non regge. Dopo una lesione alla colonna vertebrale i responabili devono stare in carcere, “poi” si vedrà, in bae alle leggi.

  2. Nessuno è intervenuto ma poteva e può capitare a ognuno di noi e se i passanti erano tanti potevano anche far succedere qualcosa però la gente ha paura che dalla ragione poi passa al torto in presenza di forze dell’ordine che probabilmente avrebbero indagato su chi sarebbe intervenuto . speriamo che alla fine vengano fuori i colpevoli con giusta pena

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Coronavirus a Venezia arretra. Addio a madre e figlio di Cavallino-Treporti

Coronavirus a Venezia che mostra un arretramento, come un'onda di marea che si ritrae, sperando definitivamente. 135 nuovi casi in 24 ore: un numero significativo,...
commercial

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Venezia deserta per il Covid, ecco Rialto di domenica [VIDEO]

Venezia deserta per il Covid, con un video vi mostriamo la zona di Rialto oggi pomeriggio, domenica 17 gennaio 2021. Sono immagini tristi e nel...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...
sponsor

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Esplode la casa, morti due anziani. Forse colpa perdita Gpl dello stabile

Padova, San Giorgio in Bosco, teatro della tragedia di questa mattina legata agli impianti di riscaldamento. A causa dello scoppio e conseguente incendio nell'appartamento, due...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...
commercial

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Virus, c’è una nuova “variante”. Bloccati tutti voli dal Brasile

Virus, c'è una nuova "variante" dopo quella definita "variante inglese". Altrettanto maggiormente aggressiva e pericolosa? Le uniche cose certe al momento sono che l'Italia ha...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Nuovo Dpcm voce per voce. Zone gialle, arancione, rosse: cosa si può e non si può fare

Nuovo Dpcm voce per voce. E' aperta la scuola? Posso muovermi da casa? Il nuovo Dpcm, ovvero: cosa è consentito e cosa è vietato nell'Italia divisa...

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.