20.4 C
Venezia
giovedì 29 Luglio 2021

Venezia. Match tra turiste ubriache per la pantegana. Vince l’animalista per ko tecnico alla 1a ripresa

Hometurismo selvaggioVenezia. Match tra turiste ubriache per la pantegana. Vince l'animalista per ko tecnico alla 1a ripresa

Il video riporta una scena che si è svolta questa notte a Venezia, nello spiazzo dietro Rialto, di fronte al Fontego. Due ragazze, pare inglesi, sono al culmine di una bella serata, a quanto pare anche ben “allegre”.
Improvvisamente nasce una discordia. Il motivo del contendere è una pantegana che, come amano fare le bestiole nottetempo, risale dalla riva e si mette a perlustrare la fondamenta.
La pantegana, roditore spesso anche aggressivo della famiglia dei ratti, rischia più volte di essere schiacciata dalla lottatrice in tenuta bianca che vorrebbe quantomento calciarla via.
L’oppositrice in tenuta nera cerca invece di salvare la vita al sorcio, mettendolo al riparo, prendendolo in mano e spostandolo da una parte all’altra per allontanarlo dall’amica-nemica.

Nell’andamento dell’incontro, ai punti, pare in vantaggio l’atleta in tenuta bianca, purché atterrata, per una serie di calci da terra in stile Wrestling del tipo che hanno reso celebre Antonio Inoki.
Il roditore, alla fine, preferisce sparire in un anfratto come natura impone. La più giovane delle due però non demorde e va a controllare dove si celi ma quell’attimo di distrazione le è fatale per l’esito dell’incontro.

Ecco la lottatrice in tenuta nera che prende in prestito dalle Arti Marziali un kekomi geri che stende l’avversaria. Fine dell’incontro per ko tecnico alla prima ripresa.
Sul match pende però un possibile ricorso arbitrale per colpo proibito alle terga, mentre per entrambe sarà auspicabile una serie di controlli di natura sanitaria. In tutti i sensi.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

11 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Le vere pantegane soffiano a fanno dei balzi così alti che possono mordere anche il viso. Questa sicuramente era un cucciolo. La pantegana che mi sono trovata in ufficio anni fa, ha fatto gridare di paura un uomo al quale avevo chiesto aiuto per mandarla via!

  2. VIVA TUTTI GLI ANIMALISTI, SEMPRE, ANCHE STRANIERI; BENVENUTI.
    COSA C’ENTRA LO CHARME COL SALVARE UNA BESTIOLA O LIBERARSI DA QUALSIASI AGGRESSIONE?
    VIENE FUORI IL SENSO DELLA PIETÀ, E L’ISTINTO DI SOPRAVVIVENZA.
    QUANDO È ORA DI MENARE, SI MENA, PER DIO!

  3. Non dobbiamo svendere le nostre città d’arte, essendo uniche nel loro genere dovremmo solo accettare turismo di qualità

  4. “Un’inglesina sul Canal Grande era Rimasta Senza Mutande” (Sergio Bruni, Sanremo 1962). La tipa con il vestito bianco pare le abbia smarrite.

    • Via da qui questi turisti esatto ma via da qui anche i studenti
      Con il spritz hour mettiamo solo le personne anziane così
      Vediamo come sarà Venezia

  5. Da veneziana, credetemi quello è un criceto!!! DalLa pantegana è difficile scampar sani e salvi, sono grandi come gatti e spesso aggressive!!!!!

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.