mercoledì 26 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Venezia, incidente vaporetto – barchino domenica sera: perché non si sono visti?

HomeVenezia cittàVenezia, incidente vaporetto - barchino domenica sera: perché non si sono visti?
Venezia, incidente vaporetto - barchino domenica sera: perché non si sono visti?
La barca ancorata ad una briccola dai Vigili del fuoco per impedire che si inabissi.

Venezia ha visto andare in scena l’ultimo incidente nautico ieri sera, domenica. Uno scontro, una collisione, tra un vaporetto Actv e un barchino privato con quattro persone a bordo.

La dinamica dell’incidente è l’argomento che più sta impegnando i tecnici, anche per il fatto che il sinistro è stato segnalato alla procura. Durante la notte si è appreso che il vaporetto era vuoto. Sarebbe stato in movimento, in entrata o in uscita, dallo “stazio” dell’Arsenale.

Due i motivi, infatti, per cui un vaporetto vuoto manovra in prossimità dell’Arsenale: o va in ormeggio dopo l’ultima corsa, o ne esce perché chiamato per una “sostituzione barca” o per una corsa di rinforzo (che però sarebbe un fatto anomalo alle 21 di sera in assenza di eventi particolari che, anzi, di solito sono programmati).

Un vaporetto vuoto in movimentazione, in ogni caso, dovrebbe essere ben visto dalle barche in transito. Con le luci di segnalazione e di bordo accese, in una notte di cielo terso come quella di domenica, non dovrebbe esserci alcun problema di visibilità.

Il perché i due conducenti non abbiano visto reciprocamente l’ostacolo davanti alla loro rotta e non si siano schivati è il vero mistero su cui si snoda tutto l’aspetto cruciale della vicenda.

barca affondata vigile fuoco recupera barca barchino up 680

Intanto, durante la notte è stato confermato che, dei quattro occupanti, i due uomini ricoverati all’Ospedale Civile di Venezia sono in condizioni non gravi.
Le due donne ricoverate all’Ospedale dell’Angelo di Mestre sono invece in condizioni “gravi” a causa di traumi multipli (torace, schiena e altri).

L’articolo è un aggiornamento della notizia:
Venezia: scontro vaporetto-barchino, due feriti gravi, due feriti lievi

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”. Lettere

"Venezia diventerà un museo a cielo aperto fatevene una ragione" inizia così il parere di un lettore che poi dà "la colpa" proprio ai residenti

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

Capodanno 2022 a Venezia e divieti: feste private con balli fino al mattino

“La serata continuerà fino alle 4:00”, “festa open bar dopocena”, “Dj set dance, revival, house”: con questi e altri slogan vengono pubblicizzati i vari party di Capodanno in programma nei palazzi e negli hotel di Venezia. Nonostante la “stretta” del Governo che...

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

Le sirene esistono? Ecco un video reale di pescatori per farvi riflettere e decidere (video non manipolato)

Le sirene sono personaggi leggendari che hanno sempre accompagnato la mitologia di tutte le culture. In tempi moderni la questione si è ulteriormente arricchita grazie all'avvento di telecamere più economiche, così sono cominciati a circolare sedicenti video che le riprendevano. Le sirene...

C’è chi abusa del nome di Venezia per riempirsi le tasche mentre “schiavi” lavorano per loro. Lettere

Passavo per Campo Santo Stefano attirata dalla bella musica classica sparata a tutto volume. Ho scorto un banchetto addobbato con fiori e circondato da uomini in tuxedo e donne in abiti d'atelier. Dapprima pensai fosse una sorta di celebrazione dell'antistante Istituto...

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

Venezia: arriveranno un nuovo Ferry boat e due battelli ibridi

La Giunta Comunale, riunitasi oggi, ha approvato la convenzione tra il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili ed il Comune di Venezia avente ad oggetto la “Regolamentazione dei rapporti relativi al finanziamento per incentivare la salvaguardia ambientale e la prevenzione...

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia. 82 anni, dopo avere preso la pillolina blu ha tentato di avere un rapporto sessuale con la moglie. Ma la donna, sua coetanea, ha avuto paura "dell'impeto" ed ha chiamato la polizia.  E' inutile descrivere...