17.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Venezia affollata di turisti, impossibile camminare o prendere un vaporetto

HomeNotizie Venezia e MestreVenezia affollata di turisti, impossibile camminare o prendere un vaporetto

Venezia affollata di turisti

La crisi? Evidentemente non conosce il turismo, o le città d’arte. Per questo weekend di Pasqua il panorama cittadino offre una Venezia affollata di turisti oltre ogni ragionevole limite: folle e code ovunque, a San marco per entrare in basilica o altrove, ai bagni pubblici e privati, ai pontili per salire o scendere a bordo dei vaporetti, e via dicendo.

Le vacanze di Pasqua hanno smentito le cassandre che pronosticavano una stagione turistica fiacca facendo riaffacciare orde di turisti a Venezia: gruppi scolastici, gite organizzate, e famiglie ‘fuori porta’. Ma non c’è molto per stare allegri, l’economia evidentemente non ne beneficia, la stragrande maggioranza di essi hanno zainetto con panini e acqua al seguito.

Come sempre, in questi casi, i veneziani si interrogano sul reale beneficio di tale quantità e qualità di turismo. I prezzi di eventuali straordinari Veritas per il carico maggiore di immondizie ricadrà tipicamente sui residenti, l’azienda dei trasporti cittadina, che riesce a malapena a far fruire il servizio con flusso ‘normale’, cercherà per quanto possibile di rinforzare le linee di grande afflusso, tipicamente quelle per il Canal Grande, ma i mezzi saranno comunque insufficienti, obbligando la ricorrente signora di una certa età a viaggiare con un trolley che le spinge tra le gambe e uno zainetto che minaccia di toglierle gli occhiali ogni volta che l’ospite si gira perchè vede qualcosa di interessante fuori dal finestrino.

Una Venezia affollata di turisti, che rende impossibile camminare o prendere un vaporetto, a causa di un numero fuori controllo di persone che arrivano con centinaia di pullman di comitive «mordi e fuggi», centinaia di famiglie che arrivano in treno e migliaia di esse che approdano con lancioni e navi.

Actv ha rinforzato le corse aggiungendone 60, per lo più sulle linee 3, 2 e 1. Al lavoro, 90 vaporetti e altri 10 erano pronti a salpare per il rientro nel tardo pomeriggio.
Ma anche il tipo di provvedimento deciso per tamponare l’emergenza intristisce i residenti, ed ognuno lo può leggere sul sito ufficiale dell’azienda: «Fino a domenica 4 maggio, in occasione delle festività pasquali e dei ponti del 25 aprile e 1 maggio, per assicurare un’adeguata offerta, Actv ha programmato corse di rinforzo nelle tratte maggiormente frequentate». Sottotitolo: per trovare mezzi e personale sono però state cancellate corse di 5.1, 5.2 (le Giracittà di cui usufruiscono continuamente i residenti) ridotte tra le 12.30 e le 15.30 e tra le 16.30 e le 20, tra le 12.30 e le 14.30 per quanto riguarda i 4.1 e 4.2.

Consiglio per non arrabbiarsi nella Santa Pasqua: state alla larga dalle zone di San Marco, oltre ad una concentrazione di esseri umani per metro quadrato ai margini dell’ordine pubblico, vedrete la vostra città ridotta a bivacco per comitive stanche di camminare sedute per terra, altri con i piedi in acqua perchè fa così ‘caratteristico’, e altri ancora aggiungere l’imbottitura al panino tagliato appoggiandosi ai Leoncini o alle passerelle dell’acqua alta trasformate in tavolini e posti a sedere di fortuna.

E così, sono in molti a sperare nella clemenza del tempo… al contrario.

Paolo Pradolin

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.