COMMENTA QUESTO FATTO
 

Mostra del Cinema Venezia 2016, su il sipario
Mostra del Cinema di Venezia che quest’anno continua scoppiettante. La stella assoluta del red carpet di venerdì sarà lady Gaga, protagonista della nuova versione del classico hollywoodiano, A STAR IS BORN (presentata Fuori Concorso), firmata da Bradley Cooper, che ne è anche coprotagonista.

Per il concorso di Venezia 75, ancora in campo grandi autori: i fratelli Coen con il western in sei episodi THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS e Olivier Assayas con la commedia DOUBLES VIES, con Juliette Binoche e Guillaume Canet), storia di coppie nell’era digitale.

Fuori concorso i cinefili aspettano l’ultimo film, rimasto per decenni incompiuto, di Orson Welles, THE OTHER SIDE OF THE WIND, completato 48 anni dopo il primo ciak, da una squadra tecnica che comprende il montatore Premio Oscar Bob Murawski al quale andrà anche il premio Campari Passion for Film.

Per Orizzonti, fra gli altri, c’è AMANDA di Mikhael Hers, storia del precario David (Vincent Lacoste) che deve rivoluzionare la sua vita quando si trova a prendersi cura della nipotina. Debutta anche il documentario di Francesco Zippel, FRIEDKIN UNCUT (Venezia Classici) .
Ecco alcuni degli appuntamenti principali di domani:

DOUBLES VIES di Olivier Assayas (Venezia 75) con Guillaume Canet, Juliette Binoche, Vincent Macaigne (Sala Grande alle 17).
Alain, un editore parigino di successo che fatica ad adattarsi alla rivoluzione digitale, nutre seri dubbi sul pubblicare il nuovo manoscritto di Léonard, ennesima opera autobiografica che prende spunto dalla sua relazione con una celebrità di secondo piano. Selena, moglie di Alain e affermata attrice teatrale, è del parere opposto.

THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS di Joel e Ethan Coen (Venezia 75) con Tim Blake Nelson, James Franco, Liam Neeson, Tom Waits (Sala Grande alle 22).
Film antologico in sei parti di ambientazione western. Il film si compone di una serie di storie sulla frontiera americana raccontate dalla voce unica e inimitabile di Joel ed Ethan Coen. Ogni capitolo racconta una storia diversa sul West americano.

PREMIO CAMPARI PASSION FOR FILM A BOB MURAWSKI (Sala Grande alle 14.15) a seguire THE OTHER SIDE OF THE WIND di Orson Welles (Fuori concorso) con John Huston, Peter Bogdanovich, Oja Kodar, Robert Random.
Nel 1970 Orson Welles cominciò a girare quella che sarebbe stata la sua ultima opera cinematografica. La produzione afflitta da problemi finanziari continuò a fatica fino al 1976, senza essere terminata ne’distribuita. Più di mille rulli restarono abbandonati in un deposito di Parigi fino a marzo 2017, quando il produttore Frank Marshall e Filip Jan Rymsza riunirono gli sforzi affinché il progetto di Welles fosse completato.

A STAR IS BORN di Bradley Cooper (Fuori concorso) con Lady Gaga, Bradley Cooper, Sam Elliott (Sala Grande alle 19.15).
In questa nuova lettura dell’iconica storia d’amore, Bradley Cooper debutta alla regia nel ruolo del musicista Jackson Maine che scopre e si innamora di Ally, un’artista in difficoltà
interpretata da Lady Gaga.

 
ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000
 

AMANDA di Mikhaël Hers (Orizzonti) con Vincent Lacoste, Isaure Multrier, Stacy Martin (Sala Darsena alle 16.30).
David, che campa facendo lavori occasionali, incontra Lena, appena trasferitasi a Parigi, e se ne innamora. Ma subito dopo, il corso della sua vita viene brutalmente interrotto dall’improvvisa morte della sorella. Oltre allo shock e al dolore, David ora si trova da solo con la nipotina Amanda da accudire.

FRIEDKIN UNCUT di Francesco Zippel (Venezia Classici – Sala Volpi alle 16.45).
Friedkin Uncut offre una visione introspettiva nella vita e nel percorso artistico di William
Friedkin, regista straordinario e anticonformista di film di culto come Il braccio violento della legge), L’esorcista, Il salario della paura, Cruising e Vivere e Morire a Los Angeles.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here