COMMENTA QUESTO FATTO
 

Venerdì poco Santo a Venezia, omicidio a Castello

Un Venerdì tragico, più che Santo, a Venezia, dove si registra un fatto di cronaca nera.
“Omicidio nel Sestiere di Castello” dicono le prime agenzie, ma il fatto non era ancora molto chiaro. Di certo una anziana era stata uccisa nella mattinata di oggi, venerdì 19 aprile 2019, nella sua abitazione con una serie di coltellate al petto.

Poi, con lo scorrere dei minuti, i dettagli fornivano più informazioni. La vittima aveva 82 anni, si chiamava Licia Z. .
Dai primi riscontri risulterebbe da subito responsabile il marito di 85, Renato B. . La donna è stata colpita da una coltellata fatale al petto che l’ha centrata al cuore mentre i due si trovavano in casa. L’abitazione si trova nella zona San Pietro di Castello – Campo Ruga.

L’omicidio, nei primi momenti definito ‘femminicidio’, presenta ancora diversi punti da chiarire. Vi sarebbe di sicuro una situazione familiare difficile dietro al tragico gesto. La vittima, a causa di una malattia grave, da tempo non si muoveva più dalla sua casa al secondo piano.

Dopo l’omicidio, il marito è stato portato in ospedale perché ha assunto degli psicofarmaci. Non è stato specificato se si potesse trattare di un gesto estremo compiuto in un’ottica ‘omicidio-suicidio’. Di certo c’è che il marito è ricoverato all’Ospedale Civile di Venezia sotto scorta in attesa che riprenda conoscenza.

A dare l’allarme è stata stamane la badante della coppia. Fuori dall’appartamento ha trovato un cartello con la scritta “Non entrare, chiamare la Polizia” che l’ha insospettita.

Anche i vicini parlano di una coppia da tempo in difficoltà, per lo stato di salute precario della donna che spesso si sentiva urlare. L’omicidio è avvenuto in una palazzina popolare, circondata da un recinto e composta da svariati appartamenti, che si affaccia sull’Arsenale.

La polizia è intervenuta sul posto con la sezione Omicidi e la squadra Scientifica.

 
ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000
 

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here