Vanessa e Greta, riscatto di 12 milioni di dollari? Oggi le conferme

ultimo aggiornamento: 16/01/2015 ore 18:57

128

Vanessa e Greta, riscatto di 12 milioni

Vanessa e Greta sono finalmente libere. Vanessa Marzullo e Greta Ramelli stanno tornando a casa dopo 168 giorni in mano ai ribelli siriani.
Vanessa e Greta sono le due volontarie italiane rapite il 31 luglio scorso ad Alabsmo, vicino ad Aleppo. Hanno 21 e 20 anni, sono partite ieri sera dalla Turchia per tornare a Roma. Ad accoglierle all’aeroporto di Ciampino il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni. Ma ora, passato il primo attimo di entusiasmo collettivo, tutti si interrogano su una sola domanda.
Riscatto di 12 milioni di dollari pagato dall’Italia per riportarle a casa?

Il 31 dicembre scorso le ragazze erano apparse su Youtube, in un video girato almeno dieci giorni prima, coperte dall’hijab, velo e veste nera. Invocavano aiuto: «Supplichiamo il nostro governo e i loro mediatori di riportarci a casa prima di Natale. Siamo in grande pericolo e possiamo essere uccise».


Ieri sera le prime voci del loro rilascio. La liberazione era cosa fatta, hanno twittato account vicini alla resistenza anti-Assad. Poi, la conferma di palazzo Chigi, sempre con un tweet: «Greta Ramelli e Vanessa Marzullo sono libere, torneranno presto in Italia». Le famiglie sono state avvisate al telefono dal premier.

Neanche il tempo di essere felici per la bella notizia che parte, esplosiva, la polemica: la tv araba Al Aan ha rivelato che sarebbe stato pagato un riscatto di ben 12 milioni di dollari dal governo italiano per la loro liberazione.

Il segretario della Lega Nord Matteo Salvini ha espresso «gioia immensa» per la liberazione delle due giovani donne, aggiungendo però: «Sarebbe una vergogna per l’Italia l’eventuale pagamento di un riscatto, anche di un solo euro, che permetterebbe ai terroristi islamici di uccidere ancora; presenteremo oggi stesso un’interrogazione al ministro degli Esteri Gentiloni».


Mentre Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia- n dichiarava che «è una splendida notizia», Massimo Corsaro del suo stesso partito aggiungeva: «Greta e Vanessa hanno esposto loro stesse e l’intero Stato italiano a una situazione di rischio coscientemente, con la loro volontaria presenza in quel Paese. Serve che il ministro Boschi ci dica se è in grado di escludere che sia stato speso un solo centesimo per riportare le due ragazze a casa».

In aula, i gruppi di opposizione, Lega, Fdi, Forza Italia e Cinque Stelle, hanno chiesto la sospensione della seduta per convocare subito Gentiloni e conoscere i dettagli dell’operazione.

Oggi alle 13 il ministro Gentiloni sarà alla Camera a riferire sui fatti.

Mario Nascimbeni

[16/01/2015]

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here