mercoledì 19 Gennaio 2022
8.5 C
Venezia

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

HomeTuffi vietatiSi tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia.
Il fatto oggi, martedì mattina.
L’uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv in transito o su un’altra barca di passaggio.
Una pattuglia del Nucleo Pronto Impiego della Polizia Locale, avvisata dal trambusto, interviene subito e lo ferma denunciandolo oltre ad elevare nei suoi confronti un Daspo come previsto dal Regolamento di Pubblica Sicurezza Urbana per episodi di questo tipo.

Il fatto questa mattina verso le 11.30.
Il protagonista della bravata è un cittadino palestinese di 32 anni, regolarmente residente in Italia in una struttura pubblica di accoglienza del trevigiano.
Al momento del fatto il mezzo della Polizia Locale si trova in Canal Grande proprio all’altezza della stazione ferroviaria.
Gli agenti sentono improvvisamente il suono di molti avvisatori acustici di mezzi privati e del trasporto pubblico provenire proprio da sotto il Ponte degli Scalzi.
Avvicinandosi, vedono la persona in acqua che, dopo il tuffo, nuotava creando ulteriore pericolo per se stessa e per chi, alla condotta dei mezzi acquei, rischiava di investirlo e ferirlo.

Gli agenti del Nucleo Pronto Impiego hanno prima offerto di soccorrerlo a bordo del mezzo, quindi, al suo rifiuto, decidono di scendere a terra aiutandolo a salire dall’acqua sulle sponde della riva della stazione ferroviaria.
Il 32enne palestinese, a quel punto, ha iniziato a dare in escandescenze alla semplice richiesta di fornire le generalità e, anziché porsi a disposizione degli agenti, ha iniziato ad inveire contro di loro minacciando anche atti di autolesionismo.
Azione che, poi, ha posto effettivamente in essere rompendo un paio di occhiali da sole che aveva nel taschino per ferirsi in diverse parti del corpo con i vetri delle lenti.

I due agenti, alla fine, riescono ad immobilizzarlo conducendolo negli uffici della Polizia Ferroviaria, intervenuta per dare supporto ai colleghi della Polizia Locale.
Il 32enne, dopo le formalità, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e pericolo per la navigazione.

Nei suoi confronti è stato, inoltre, elevato un Daspo per la violazione dell’articolo 34 del Regolamento di Pubblica Sicurezza Urbana che gli impone l’obbligo di lasciare il territorio comunale ed ha una validità di 48 ore.

Vedi anche:

Tuffi nei canali, biciclette per le calli, kayak, ecc: la battaglia della Polizia locale per il decoro a Venezia

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione Venezia
Dalla redazione di Venezia. Per comunicare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Chi volontariamente non si vaccina ruba un pezzo di probabilità di evitare la dissoluzione del genere umano. Lettere

Con la propaganda No-Vax io non riesco a discutere né a confrontarmi perché si tratta di un Extramondo *(una specie di Vandea del XXI secolo)* nel quale non riesco neanche a respirare. La Storia non si muove in senso vettoriale ma circolare...

“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno

Tra il serio e il faceto, “Tutta la Città Insieme!” lancia il Comitato FaVeRAT - “Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”. Per aderire, chiede di rispondere ad un sondaggio ed inviare racconti su come si convive con strutture ricettive nel proprio condominio...

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...

I plateatici dei bar di Venezia tornano al loro posto?

I plateatici di Venezia torneranno al loro posto originale il 31/12/21 "rientrando" dalle espansioni concesse per compensare il lockdown.

Sciopero Actv a Venezia: la gente “assalta” il motoscafo che fa finecorsa [video]

Qualcuno a bordo già lo sospettava: quel motoscafo era "anonimo", cioè senza cartello di linea. In più, ad ogni fermata precedente (Tre Archi, Madonna dell'Orto, ecc..), il marinaio ripeteva diligentemente "Solo Fondamente Nove", quindi assomigliava in tutto e per tutto ad...

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Il Mose funziona ma a Venezia si perdono ‘barene’

Nella Laguna di Venezia l'apporto di sedimenti, che permette alle barene (terre semi emerse con sedimenti spugnosi) di tenere il passo con l'innalzamento del livello del mare, avviene prevalentemente durante eventi dell'acqua alta. Se da un lato l'utilizzo del sistema Mose...

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...