20.4 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Un altro vaporetto in avaria: il motore si spegne in mezzo al Canal Grande

HomeNotizie Venezia e MestreUn altro vaporetto in avaria: il motore si spegne in mezzo al Canal Grande

vaporetti venezia

Un altro vaporetto Actv in avaria a Venezia. E’ accaduto ieri pomeriggio poco dopo le 16 ad un mezzo della linea 1 bloccatosi improvvisamente davanti a San Marcuola, in Canal Grande.
Di tre giorni fa la notizia di un battello foraneo che è andato a cozzare contro la riva davanti al Metropole provocando danni. Di fine giugno invece le avarie di vaporetti Actv che si sono trovati improvvisamente incapaci di governare durante la corsa con i passeggeri a bordo, alle Fondamente Nuove e ai Giardini Biennale.

L’avaria di ieri si è risolta senza danni, anche perchè un vaporetto che proveniva da Rialto è andato in soccorso del mezzo guasto e lo ha trainato fino al vicino pontile di San Marcuola, ma il problema rimane: un numero così rilevante di avarie ai mezzi di Actv (forse una decina questa estate) non è naturale.

La questione dipende, secondo molti, dalla manutenzione dei mezzi diventata insufficiente: lo stress di lavoro è aumentato per motoscafi e vaporetti, essendo quasi sempre in moto non essendoci sostituzioni sufficienti nel parco mezzi in dotazione, e poi l’esternalizzazione degli appalti per la cantieristica sembra non funzionare così bene, soprattutto considerando che l’azienda ha 4 cantieri e 180 operai ma affida a terzi gli interventi.

Paolo Pradolin

[25/07/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.