6 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Tassa di Soggiorno, mancano soldi nonostante i tanti turisti. Simionato si lamenta

HomeNotizie Venezia e MestreTassa di Soggiorno, mancano soldi nonostante i tanti turisti. Simionato si lamenta
la notizia dopo la pubblicità

turisti a venezia

Crisi o non crisi, i turisti a Venezia non mancano, il numero però sembra non soddisfare il Comune, in particolare le casse di Ca’Farsetti. Con l’applicazione della tassa di soggiorno, l’assessore al Bilancio Sandro Simionato, aveva previsto quest’anno un aumento di 8 milioni di euro di introito (30 milioni la somma presunta), ma i timori avanzati in precedenza dall’opposizione, sembrano ora rivelarsi veritieri.

Tra giugno e gli inizi di settembre, il Comune ha registrato un aumento del flusso turistico pari al 6% in più rispetto all’anno precedente; 7,6 milioni di euro, 700 mila in più rispetto agli stessi mesi del 2012, la somma totale versata a metà ottobre da 1,570 tra albergatori, titolari di B&B e affittacamere. Tutti dati d’accrescimento che però non sembrano sufficienti a raggiungere le stime previste dal bilancio.

In nove mesi, da gennaio a settembre, con la tassa di soggiorno si è arrivati ad un totale di 18, 5 milioni di euro di introiti, ma per raggiungere la soglia dei 30, all’appello ne mancherebbero ancora 11, 5, molto difficili da poter accumulare negli ultimi tre mesi dell’anno, soprattutto trattandosi di quelli invernali.

La direzione Bilancio ha calcolato che massimo si arriverà ad una cifra di 24-25 milioni di euro di introito. Il Comune comunque, dovrebbe ricevere anche un risarcimento pari a 11 milioni di euro, da parte dell’imprenditore Lino Cazzavillan.

La cifra deriverebbe dal mancato uso, per l’immagine e per la perdita del valore dell’immobile, nella causa di mancata vendita del complesso dell’ex Pilsen, ceduto poi alla «Mediterranea Sviluppo Srl», società con amministratore unico, Piero Coin.

Le preoccupazioni maggiori riguarderebbero però il Patto di stabilità, per il quale il Comune deve trovare entro la fine dell’anno, 100 milioni di euro. Vendite e riscossioni dei crediti non sembrano sufficienti a raggiungere la cifra sopraindicata ed ora si punta tutto sulla privatizzazione del Casinò. Se non si farà qualcosa, Venezia andrà fuori dai parametri previsti dallo Stato.

Alice Bianco

[17/10/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio. Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso. Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua...

Tornelli a Venezia per gli arrivi: a volte ritornano

Con il turismo che ha ripreso e le folle a Venezia si ripropone il problema del controllo dei flussi. Ritornano i tornelli che non saranno come quelli installati nel 2018 ai piedi dei ponti di Calatrava e degli Scalzi in previsione...

Plateatici liberi a Venezia, ma mia madre non riesce più a passare. Lettere

Gran parte della città comprende e approva la delibera comunale che recita ”I pubblici esercizi possono occupare suolo pubblico anche in deroga alle limitazioni poste dalle norme vigenti, con il massimo della semplificazione amministrativa possibile, fino al 31 Luglio”. Ma la...

Nata Cassa Mutuo Soccorso per sostenere operatori sanitari che resistono al vaccino

Riceviamo e pubblichiamo. E' NATA LA CASSA DI MUTUO SOCCORSO , per sostenere ECONOMICAMENTE UN OPERATORE SANITARIO IN LOTTA CONTRO UN SOPRUSO, la sperimentazione vaccinale del decreto legge 44 art 4, che impone un vaccino che vaccino fino al 2023...

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

Venezia e sovraffollamento di turisti: altro weekend di passione

Ritorna l’onda alta della marea di turisti che assediano Venezia e che rispecchiano, come già tante volte abbiamo visto in questi anni, le situazioni di disagio e di crisi che la città si trova a subire a causa del sovraffollamento, dopo...

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

Accattoni e abusivi molesti, ora basta: denuncio chi non fa nulla

Ennesimo caso di accattonaggio molesto accorso tra campo san Cassian e Rialto ad opera di clandestini o rifugiati che vengono lasciati liberi di circolare pur essendo ospitati nelle cooperative e nei centri di accoglienza coi noti sussidi pagati dai contribuenti. E'...

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...