Spinea, botte all’ex compagna perché rifiuta rapporto sessuale

ultimo aggiornamento: 28/07/2020 ore 16:45

919

Spinea, botte all'ex compagno per un rifiuto sessuale

Un incubo per qualsiasi donna. Lui l’aveva colpita più volte perché pretendeva dall’ex compagna un atto sessuale. Lei solo dopo diversi tentativi era riuscita a divincolarsi e scappare in strada.

Durante gli attimi febbrili dell’aggressione con colluttazione la donna, però, era riuscita a chiamare il 112 per pochi istanti, prima che l’uomo le sottraesse con violenza il cellulare dalle mani.


Sabato notte i carabinieri di Marghera sono così intervenuti presso l’abitazione per un controllo, visto che l’uomo avrebbe dovuto essere agli arresti domiciliari, trovandolo però in strada con la figlia in braccio.

Ricostruiti i fatti secondo quanto riferito dalla donna, l’ex compagno, ospitato nella abitazione di Spinea per consentirgli di scontare la pena ai domiciliari e permettere di stare con la figlia di 5 anni, in piena notte avrebbe chiesto con insistenza alla donna di avere un rapporto sessuale.

Il suo rifiuto lo avrebbe però mandato su tutte le furie e dopo un’apparente desistenza, la rabbia si è scatenata iniziando a malmenarla e colpirla con schiaffi sul volto e sul petto, strappandole anche la maglietta. La donna è stata poi raggiunta e soccorsa dai carabinieri intervenuti.


I militari hanno proceduto quindi per il reato di evasione e per quello di maltrattamenti in famiglia.

H.S., con i precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti commesso a Mestre e Marghera nel 2017 e 2018 nonché per reati contro il patrimonio e resistenza a Pubblico Ufficiale è stato così sottoposto a ordine di carcerazione.

I carabinieri della Stazione di Spinea, nella tarda serata di lunedì, hanno eseguito l’ordine emesso dall’autorità giudiziaria lagunare nei confronti del tunisino, classe 90.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here