martedì 18 Gennaio 2022
12.3 C
Venezia

SI A PALAIS LUMIERE A PORTO MARGHERA | Lettera aperta da Marghera a Italia Nostra

HomeLettereSI A PALAIS LUMIERE A PORTO MARGHERA | Lettera aperta da Marghera a Italia Nostra

Ultimamente si sente parlare della torre che Pierre Cardin vorrebbe costruire a Venezia(come tante fonti giornalistiche dichiarano). Bisogna essere precisi: la torre dovrebbe essere costruita a Marghera, e non a Venezia, e questo è lo spunto del mio discorso.
Quando è stato dato l'annuncio, tanta gente si è schierata per il sì o per il no alla costruzione. E' un'impresa (se così si può dire) faraonica, ma che porterebbe dei benefici alla città  di Marghera, perché darebbe lavoro a circa 2000 persone, sarebbe costruita in una zona di degrado, dove esistono ruderi di vecchie fabbriche abbandonate e ricettacolo di sbandati, prostitute e spacciatori.Con questo progetto si darebbe spazio non solo al palazzo in sé, ma anche a strade, giardini, ecc. Quindi ciò significherebbe posti di lavoro e una rivalutazione della zona. Chi non ha mai visto questa zona non può comprendere effettivamente la situazione.

Regione, Provincia e Comune hanno dato parere favorevole. Anche l'ENAC che in un primo momento aveva sollevato dei dubbi, ha dato il suo parere favorevole, perché la torre sarebbe fuori dal corridoio per l'atterraggio degli aerei all'aeroporto di Tessera. Negli ultimi giorni noi, e ripeto “noi” cittadini di Marghera, abbiamo letto che “Italia Nostra” si opporrà  con tutte le forze e sarà  disposta anche ad andare in tribunale per impedire che si costruisca questa torre.

Anche qualche tempo fa in un intervista al TG3 avevo sentito un “grande architetto” come lo chiamavano nel servizio, dire che la torre non deve essere fatta, se Pierre Cardin voleva farla, andasse in Cina e via così.
Io chiedo: PERCHE'? Perché adesso tutti si mettono di impegno per tirare fuori che la torre a Venezia non va bene, non si deve fare, rovina la storia della città , ecc.
E continuano a dire VENEZIA!
Questa è Marghera, ma forse per voi signori Marghera esiste solo quando si tratta di parlare di degrado. Voi di Italia Nostra siete mai stati qui a Marghera, avete chiesto cosa ne pensano gli abitanti di questa cosa? O forse uscite adesso perché siete stati esclusi? In questo periodo c'è la possibilità  che una azienda qui a Marghera cominci a ricevere e a stoccare rifiuti tossici e nocivi provenienti da tutta Italia e anche dall'estero.
Perché non intervenite su questo argomento? Forse perché la vostra immagine ne verrebbe deturpata. A cosa pensa “Italia Nostra”, a quello che fa più comodo?

Come abbiamo detto prima la nostra città  è vittima di chiusure di fabbriche, famiglie che non arrivano a fine mese, l'invasione di stranieri, non tutti in regola, e voi vi preoccupate che la torre rovinerebbe la visuale di Venezia? Allora meglio vedere le ciminiere e lo smog.
Se dovesse venire fuori che la torre non si farà  perché voi vi siete opposti, avremo capito che noi cittadini non contiamo veramente nulla se gente da fuori prende le decisioni per noi. Come veramente sta succedendo.

Un'ultima piccola cosa: poco tempo fa si è tenuto un piccolo referendum informale a cui poteva partecipare chiunque. Indovinate un po'? La stragrande maggioranza della gente si è detta favorevole alla torre.

Un saluto da un gruppo di cittadini di Marghera che hanno scritto anche a nome di tanti altri cittadini.

Maurizio Cortese
Vittorio Baroni
Marino Scavezzon
Massimo Menin
Francesco Bianchi
Bruno Politi
Fiorella Barison
Piera Ciaravolo

[26/10/2012]

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...

Festa riuscita? Ve la racconto io la festa: un Rave in via Garibaldi. Lettere

Gentile direttore, vorrei sapere perché tutti contribuiscono a portare avanti questa farsa degli eventi in sicurezza quando invece è solo un'attività di facciata. Situazione di questa notte: un esercito di agenti a controllare che i residenti si posizionassero diligentemente entro gli spazi...

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi Actv: ecco come e quando

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi di trasporto pubblico locale. La comunicazione arriva direttamente dall'Azienda che recepisce il DL del governo sul tema. E dato il rigore della disposizione non è certo il caso di prenderla alla leggera: la sanzione...

Carabinieri chiudono noto bar-ristorante di Venezia

I Carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia, al termine di accertamenti eseguiti con l’ausilio della Compagnia Carabinieri di Venezia, di tecnici dell’Ufficio Salvaguardia del Provveditorato Provinciale alle Opere Pubbliche per il Veneto e della Polizia Locale, hanno posto sotto sequestro...

Donna morta dopo 4 vaccini, figli: “A noi chiesto niente”, l’ospedale: “C’è il consenso informato”

La signora aveva fatto un ictus a marzo, dopo la prima coppia di vaccini. Ne avrebbe poi ricevuto altri due secondo la denuncia dei figli.

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Due Coca-Cola (per fare pipì) a Venezia? 8 euro (al banco). Lettere

Gentile cronista, premetto che sono di Treviso, non sono di provenienza "locale" e forse questo conta ancora nella vostra città. Lunedì 25 ottobre, mi trovavo con mia figlia, in gita a Venezia con altre famiglie e compagne di mia figlia. Visitando la vostra magica...

Carabinieri chiudono noto bar-ristorante di Venezia

I Carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia, al termine di accertamenti eseguiti con l’ausilio della Compagnia Carabinieri di Venezia, di tecnici dell’Ufficio Salvaguardia del Provveditorato Provinciale alle Opere Pubbliche per il Veneto e della Polizia Locale, hanno posto sotto sequestro...

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Il Mose funziona ma a Venezia si perdono ‘barene’

Nella Laguna di Venezia l'apporto di sedimenti, che permette alle barene (terre semi emerse con sedimenti spugnosi) di tenere il passo con l'innalzamento del livello del mare, avviene prevalentemente durante eventi dell'acqua alta. Se da un lato l'utilizzo del sistema Mose...

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...