venerdì 21 Gennaio 2022
-0.4 C
Venezia

SGOMBERATI ACCAMPAMENTI ABUSIVI | Dopo ultimo sloggio gli sbandati si erano spostati

HomeMestre e terrafermaSGOMBERATI ACCAMPAMENTI ABUSIVI | Dopo ultimo sloggio gli sbandati si erano spostati

MESTRE | Continuano le operazione delle forze dell'ordine contro gli accampamenti abusivi e i rifugi di fortuna di sbandati 'stanziali'. Ieri ha avuto luogo un ennesimo sgombero di due aree occupate da sbandati di nazionalità  romena, da parte di una squadra del Servizio Sicurezza Urbana della Polizia Municipale di Venezia. L’attività  ha interessato la rampa “Troso” e l’ex punto vendita “Cash & Carry” di via della Pila a Marghera.Dopo lo sgombero della Rampa del Commercio, lo scorso 17 ottobre, i mendicanti si erano spostati sotto il cavalcavia del “Troso”, con circa una ventina di materassi, vettovagliamento e materiali improvvisati da bivacco, in condizioni igieniche precarie anche per la presenza di topi richiamati dagli avanzi di cibo e immondizie. E proprio le precarie condizioni igienico-sanitarie hanno indotto la Direzione Ambiente del Comune ad emanare, su richiesta della Polizia Municipale, una disposizione di sgombero urgente dell’area.

Al termine delle azioni di bonifica del cavalcavia “Troso”, le operazioni sono proseguite in via Galvani, nell’ex punto vendita “Cash & Carry”, dove un altro numeroso gruppo di accattoni realizzava sistematicamente all’imbrunire una vera e propria cittadella del degrado sui marciapiedi della via, prelevando masserizie dall’interno dell’edificio abbandonato. Sono stati rimossi venti materassi e rifiuti di vario tipo; complessivamente le squadre di Veritas, intervenute per l’asporto del materiale-rifiuto, hanno riempito interamente quattro capienti autocarri.

L’operazione, inserita nel programma di rigenerazione urbana “Oculus”, ha lo scopo di contenere, con puntuali azioni dissuasive, il proliferare di accampamenti abusivi realizzati dai mendicanti di nazionalità  romena che praticano insistentemente l’accattonaggio in centro storico a Venezia.

c.s.
[[email protected]]

Riproduzione Vietata
[06/11/2012]


titolo: SGOMBERATI ACCAMPAMENTI ABUSIVI | Dopo ultimo sloggio gli sbandati si erano spostati
foto: OPERAZIONE POLIZIA MUNICIPALE (REPERTORIO)


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

Sciopero Actv a Venezia: la gente “assalta” il motoscafo che fa finecorsa [video]

Qualcuno a bordo già lo sospettava: quel motoscafo era "anonimo", cioè senza cartello di linea. In più, ad ogni fermata precedente (Tre Archi, Madonna dell'Orto, ecc..), il marinaio ripeteva diligentemente "Solo Fondamente Nove", quindi assomigliava in tutto e per tutto ad...

“Ma è normale che il marinaio Actv abbandoni una borsa trovata a bordo in un pontile deserto?”. Lettere

Mi piacerebbe capire se il seguente comportamento è normale: fatto avvenuto la sera del 12 dicembre, a bordo del motoscafo linea 4.1 delle ore 20,16 circa, partenza piazzale Roma, direzione Murano. Alla stazione una coppia scende e dimentica una borsa che il marinaio...

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...

Impiegati d’albergo: “Non siamo noi il male di Venezia, non dimenticateci”. Lettere

  "Anch'io voglio tornare a lavorare ma..." Breve racconto di una receptionist di un hotel di lusso   Ormai sono mesi che, con l'albergo chiuso, vivo solo "grazie" alle briciole della cassa integrazione. Voglio tuttavia ricordare a tutti che prima non era la terra promessa come...