2.4 C
Venezia
martedì 30 Novembre 2021

Scuola Diaz, ha una diffida ma si presenta a scuola del figlio: chiamata la polizia

HomeBambini e separazioniScuola Diaz, ha una diffida ma si presenta a scuola del figlio: chiamata la polizia
la notizia dopo la pubblicità

Scuola Diaz, ha una diffida ma si presenta a scuola del figlio: chiamata la polizia

I genitori all’ingresso guardano l’orologio: l’orario è passato ma la campanella non è suonata, i bambini non escono. Ai piccoli nelle aule, invece, le maestre saggiamente hanno raccontato che bisognava avere pazienza, che stava arrivando la polizia perché il portone si era incastrato e non si poteva uscire. Ma ieri pomeriggio alla scuola elementare Diaz di Venezia stava succedendo qualcosa di diverso.

Nulla han potuto la presenza della scuola, i bambini che dovevano uscire a fine lezione, tra i quali suo figlio, gli altri genitori in attesa. Un uomo ci è andato ugualmente davanti ai cancelli, sapendo che avrebbe rintracciato l’ex compagna, avanzare pretese e minacce, urlarle contro sotto gli occhi di tutti.

E così è stato: la donna ha cercato scampo e riparo dentro la scuola, si rifugia in una stanza, ma lui l’insegue, cerca di abbattere la porta a calci e a quel punto qualcuno si accorge che spunta un tirapugni dalle mani di quell’uomo sempre più inferocito.

Viene chiamata la polizia e gli insegnanti trattengono in classe o sulle scale i bambini delle classi già in fila per l’uscita, per una ventina di minuti: il tempo sufficiente alle forze dell’ordine per arrivare e arrestare l’uomo. I genitori ignari, fuori dai cancelli s’interrogano sul mancato suono della campanella e sulle ragioni del ritardo: qualcuno li rassicura che si sarebbe trattato ancora di pochi minuti.

Pur separati da tanti anni, l’uomo non si è mai rassegnato alla fine della loro storia, accusa la donna di non fargli vedere il bambino, e la sua insistenza, con appostamenti, pedinamenti e telefonate asfissianti, ha spinto l’ex a rivolgersi ad un avvocato e a denunciarlo.

Nulla è valsa la successiva diffida ad avvicinarsi e a minacciare, e il legale incaricato sta inoltrando ulteriori richieste alla questura, affinché quel provvedimento sia rispettato.

La delicatezza di quella situazione genitoriale era conosciuta dalla Scuola, tanto che la preside aveva concesso alla madre di poter portare a casa il bambino prima del suono della campanella, per prevenire ed evitare problemi, ma questa volta le cose hanno preso una piega diversa e alla cronaca non resta altro che registrare l’ennesima violazione perpetrata in spregio al rispetto della donna e dei bambini.

Andreina Corso

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Andreina Corso
Cittadina 'storica' di Venezia, si occupa della città e della sua cronaca. Cura gli approfondimenti, è giornalista, insegnante, autrice letteraria, poetessa.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...

C’è chi abusa del nome di Venezia per riempirsi le tasche mentre “schiavi” lavorano per loro. Lettere

Passavo per Campo Santo Stefano attirata dalla bella musica classica sparata a tutto volume. Ho scorto un banchetto addobbato con fiori e circondato da uomini in tuxedo e donne in abiti d'atelier. Dapprima pensai fosse una sorta di celebrazione dell'antistante Istituto...

Tornelli a Venezia nel 2022 perché quest’anno è invasione di turisti

Venezia quest'anno sta subendo una vera e propria invasione di turisti, tornati in massa come e più del 2019, per questo dal 2022 arriveranno i "tornelli". La misura è stata annunciata dal sindaco, assieme alla prenotazione e ad una 'app'....

Salvate Venezia: i vip contro lo sfruttamento selvaggio che uccide la città

Sotto la spinta di Venetian Heritage, benemerita associazione già intervenuta tante volte generosamente per aiutare la salvaguardia, Mick Jagger, Francis Ford Coppola, James Ivory, Wes Anderson, Tilda Swinton, il direttore del Guggenheim Museum Richard Armstrong, l'artista Anish Kapoor scrivono a politici e amministratori.

A Venezia turisti come prima della pandemia “Necessari trasporti adeguati”

"Venezia è ai livelli pre-pandemia di turisti: biglietterie, bus, pontili, vaporetti pieni, i lavoratori devono tornare a condizioni normali"

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto

I plateatici dei bar di Venezia tornano al loro posto

I plateatici di Venezia torneranno al loro posto originale il 31/12/21 "rientrando" dalle espansioni concesse per compensare il lockdown.

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...

19enne di Pianiga trovato morto a Padova. La disperazione della famiglia. Di Andreina Corso

Un ragazzo muore a 19 anni a Padova, all’interno di un capannone abbandonato poco distante dal Parco delle Mura, frequentato da chi si trova a vivere in strada, a cercare riparo e rifugio per la notte che sembra coprire con una...

19enne di Pianiga trovato morto a Padova. La disperazione della famiglia. Di Andreina Corso

Un ragazzo muore a 19 anni a Padova, all’interno di un capannone abbandonato poco distante dal Parco delle Mura, frequentato da chi si trova a vivere in strada, a cercare riparo e rifugio per la notte che sembra coprire con una...