20.4 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Save, Marchi esce dal Quadrante Tessera: ‘Orsoni non rispetta gli accordi’. Addio stadio?

HomeNotizie Venezia e MestreSave, Marchi esce dal Quadrante Tessera: 'Orsoni non rispetta gli accordi'. Addio stadio?

aeroporto marco polo tessera

«Prendendo atto dell’impossibilità di realizzare a Venezia un lungimirante sviluppo di un’area come il Quadrante di Tessera, Save ha deciso di non perseguire oltre nel progetto».

Il presidente di Save, Enrico Marchi, gestore dell’aeroporto di Tessera, ha annunciato l’uscita della società dal piano di riorganizzazione delle aree che prevedevano il nuovo stadio e la nuova sede di terraferma del Casinò di Venezia. Lo ha fatto parlando per quasi un’ora. Non solo per motivare la scelta di Save, ma per spiegarne la genesi della sua scelta, i retroscena e i motivi che lo hanno portato a dire basta. Un monologo che ha avuto più volte modo di indicare un solo colpevole nella decisione finale: il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni.

Il presidente Marchi ha spiegato che le trattative partono da un accordo del 2008 con l’allora sindaco Massimo Cacciari, attualmente da rivedere per le nuove norme Enac che ora richiedono 1 chilometro di terreno di margine dall’aeroporto.

Save, in questi anni, aveva acquistato oltre 100 ettari di terreni per lo sviluppo dell’area, poi le aveva offerte al Comune in cambio dell’allargamento delle piste dell’aeroporto: «Ora metteremo in vendita quelle aree, visto che al Comune non interessano – spiega Marchi – mi dispiace che sia andata così, ma questo sindaco non rispetta gli accordi e neanche i contratti firmati».

«Noi non vogliamo più essere l’alibi per il Comune di Venezia che non fa nulla, non realizza lo stadio e addossa la colpa ad altri. Oggi il sindaco Orsoni ha detto che se è tra gli ultimi sindaci in Italia è colpa del Governo…»

«Se il problema che bloccava lo stadio era Save – conclude Marchi – voglio proprio vedere che cosa sarà capace di fare il Comune».

Paolo Pradolin

[14/01/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.