15.5 C
Venezia
lunedì 25 Ottobre 2021

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Homericoveri CovidMaestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché "Il virus non esiste"

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all’Ospedale dell’Angelo di Mestre.
Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: “Il virus non esiste”.
A Treviso, dove era stata assunta come insegnante di sostegno, ogni giorno si presentava in classe senza mascherina, “sfidando” le norme direzionali e le proteste dei genitori inferociti.
Alla fine, il suo contratto è stato risolto anticipatamente, anche perché pare che nel suo curriculum mancasse addirittura il diploma magistrale.
Sabrina P. si trova ora ricoverata in intensiva a Mestre.

Dello stesso argomento:

“Il virus non esiste”. Maestra licenziata, rifiutava la mascherina

Ora tutti i discorsi declamati alla primaria Giovanni XXIII di Treviso sono lontani.
Le contrapposizioni sul Covid che non esiste e sulla mascherina che non serve sono inutili esercizi di retorica. “Il virus è come un’influenza”, e “di Covid muoiono solo i vecchi” sono i due principi smentiti dall’ineluttabilità del destino.
Quarantacinque anni, ora lotta per la vita nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Dell’Angelo di Mestre, dove è stata trasferita dopo che il ricovero in area medica non ha portato i miglioramenti sperati.
Sono lontani i tempi in cui l’irrigidimento delle posizioni personali avevano fatto intervenire a scuola gli agenti della polizia locale con in testa il sindaco.
Sabrina P. oggi è una dei tre pazienti intubati presenti in reparto.

La situazione è quasi una risposta del virus alla “sfida” lanciata nella scuola Giovanni XXIII, elementare a ridosso delle Mura di Treviso, dove la maestra chiedeva ai bambini di avvicinare i banchi e di togliere le mascherine.
Assurdo nell’assurdo: il Ministero della Pubblica Istruzione all’epoca confermò che la docente era stata assunta con un contratto a termine per supporto in base alle nuove procedure Anticovid.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

Data prima pubblicazione della notizia:

11 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Invitava le persone a togliere la mascherina questa diversamente intelligente mettendo in pericolo tutte le persone a lei accanto dovrebbe solo vergognarsi e la chiamano insegnante? Adesso sei nell’unico posto dove meriti di stare e se ce la farai a guarire dal Covid (malattia che a tuo dire non esiste) magari te lo farai un esame di coscienza sempre che tu ne abbia una

  2. Il covid non esiste! Chi lo dice che è intubata? I giornalisti complici e servi ! E in ogni caso grande rispetto per chi muore per la propria “idea(!?!?). È inutile impiegare il proprio tempo con gli esaltati.

    • Ma l’ottusità esiste, e purtroppo non fa eccezione alcuna.

      Tenga per le sue ridicole teorie complottiste, ci fa solo che più bella figura.

  3. questa malvagità è orripilante perché questa donna ha fatto quello che ha fatto per il bene dei bambini che erano spaventati! molta gente che la conosce la descrive a Padova come una persona buona gentile e simpatica. Io sono certo che guarirà perché il covid è una stronzata soprattutto in questa fase in cui il virus è indebolito dove si muore molto più facilmente di vaccino che di covid spero potrà tornare in servizio raccontare la sua storia e avere vendetta.

    • Spero ci racconti la sua storia e so che è una persona per bene. Ma su quali basi puoi dire che il virus è debole e il vaccino uccide più del virus?

    • Io la porterei in un reparto di terapia intensiva, così magari eviterebbe di scrivere ulteriormente sciocchezze del genere.
      Lei è senza vergogna alcuna.

  4. Chi è causa del suo mal…
    Ha avuto la giusta punizione. Purtroppo saranno i contribuenti a pagare la sua degenza!
    Io sono “vecchia” ho avuto il covid alla fine del 2019 quando nessuno sapeva cosa fosse. Sono riuscita a guarire ma mi sono portata dietro le conseguenze per oltre un anno.
    Ovviamente, ho fatto i due vaccini
    Questa donna, come tutti i suoi compari, non merita alcuna comprensione.

  5. La tua storia non è commentabile, dico solo che Hai avuto ciò che ti meriti sarà il Signore a decidere le tue sorti…prego solo che tu nn abbia contagiato persone innocenti come i tuoi alunni e colleghi di lavoro! Che serva da lezione a tutti quelli che la pensano come te e che vogliono imporre la loro delirante idea che il Covid non esiste e che i vaccini uccidono…roba da pazzi

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements