20.9 C
Venezia
martedì 21 Settembre 2021

Ruba l’auto ad una donna, inseguito per le vie di Jesolo va a sbattere. Arrestato marocchino

HomeLido di VeneziaRuba l'auto ad una donna, inseguito per le vie di Jesolo va a sbattere. Arrestato marocchino

polizia inseguimento jesolo maggiolino rubato

Tutto ha avuto luogo lunedì, quando una 32enne jesolana è arrivata trafelata agli uffici del Commissariato di Jesolo segnalando che poco prima un individuo le aveva rubato la propria auto – una VW Maggiolino –, regolarmente parcheggiata in piazza Aurora.

La donna, raccontava le fasi del furto, ma anche la fisionomia del ladro e il suo abbigliamento, indicando agli operatori la direzione verso cui si era allontanato a bordo della propria autovettura.

La volante, in quel momento vicino al luogo del furto, ha impiegato pochi secondi a raggiungere il punto indicato, ovvero piazza Nember, e qui ha notato il veicolo giungere da via Verdi per svoltare subito dopo in via dei Mille.

Dopo aver attivato i dispositivi luminosi e sonori di allarme, la pattuglia si è posta all’inseguimento del veicolo, intimando all’uomo alla guida di fermarsi.

Ciò nonostante, il guidatore non si è fermato, anzi è andato in fuga, mettendo in grave rischio la sicurezza stradale e l’incolumità personale degli altri automobilisti e passanti.

Il tentativo di sfuggire al controllo degli agenti terminava però in via dei Navigatori, quando l’auto, a causa dell’elevata velocità, usciva di strada e andava a sbattere contro un palo della luce.

L’uomo alla guida usciva dall’abitacolo e tentava ancora di allontanarsi dal luogo dell’incidente dopo aver preso un borsone dal sedile posteriore, ma veniva immediatamente bloccato dagli agenti.

Il soggetto è stato quindi identificato per il cittadino marocchino Chaouqui Mahdi, di 30 anni, privo di documenti d’identità e di alcun permesso di soggiorno, ma ben conosciuto dai poliziotti per una lunga serie di reati commessi recentemente nella località del Veneto orientale.

Non senza difficoltà, e con l’aiuto di una pattuglia della Polizia Locale di Jesolo, l’uomo è stato condotto presso gli uffici di Polizia di via Aquileia e subito dopo presso il pronto soccorso cittadino per essere medicato, dato che nel corso dell’impatto dell’auto contro il palo della luce si era procurato una ferita alla testa.

Infine, è stato dichiarato in stato d’arresto per i reati di rapina impropria aggravata, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Anche i due poliziotti della volante, infatti, a seguito della resistenza e dell’aggressività messi in atto dal cittadino marocchino a più riprese (anche all’interno del pronto soccorso), sono dovuti ricorrere a loro volta alle cure mediche.

Infine, il soggetto è stato condotto presso il carcere veneziano di Santa Maria Maggiore a Venezia, a disposizione dell’A.G.

Redazione

[18/12/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor