Piano per il riordino urbano a Venezia, contrarie le categorie

ultimo aggiornamento: 28/05/2015 ore 19:00

108

riordino urbano venezia
Nulla hosta per il riordino dell’arredo urbano e delle occupazioni di suolo pubblico tra piazzale Roma e campo Santi Apostoli, iniziando da campo San Geremia.
Il protocollo, approvato dal commissario straordinario del Comune di Venezia Vittorio Zappalorto, prevede la conservazione degli elementi di arredo e delle strutture storiche caratteristiche della tradizione costruttiva veneziana come vetrine, sistemi di chiusura, lampade, insegne.
Per San Geremia, si vuole garantire una visione d’insieme unitaria, per favorirne una fruizione più armoniosa.
I banchetti, nota dolente di tutti i piani di commercio, viabilità e decoro, verranno spostati, i chioschi dei souvenirs saranno inoltre resi fissi.
Per fare ciò la La Direzione sportello unico edilizia e la Direzione commercio e attività produttive, con la Soprintendenza, si incontreranno con esercenti e associazioni di categoria per riuscire a dare via ad un processo di recupero del decoro.
Ad ora, però, c’è una forte contrarietà da parte delle categorie economiche interessate, perché sarebbe mancata una preventiva consultazione.

28/05/2015

Riproduzione vietata


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here