lunedì 17 Gennaio 2022
9.6 C
Venezia

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

HomeVenezia e i turistiRialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Rialto (Venezia), turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare del negozio

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo – San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo.
Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato quel giorno di trovarsi in una situazione tanto scandalosa e volgare.

In tarda mattinata entrano nel negozio tre giovani turiste (forse serbe o croate dal tipo di accento con cui si esprimevano). Le tre guardano rapidamente i capi e una delle tre chiede di poterne provare qualcuno. Così la commessa indica loro il camerino e la potenziale cliente entra con tre vestiti mentre due attendono fuori, oltre la tenda di separazione.

A questo punto l’attenzione dell’addetta alle vendite viene un po’ a mancare perchè entrano nel negozio altri clienti che devono venire accolti con il “Buongiorno” a cui segue qualche risposta alle domande di rito sui capi esposti.

Passano dei minuti, cinque o dieci forse, non di più. Le tre ragazze che avevano chiesto di poter provare i vestiti passano davanti alla commessa e agli altri clienti smozzicando qualcosa del tipo: “Niente, grazie…” ed escono.

Quando poi salutano ed escono anche gli altri clienti, la commessa scosta la tenda per rimettere in ordine il camerino e rimettere a posto i capi presi per prova quando viene assalita da orrore e ribrezzo.

Raccogliendo i vestiti nuovi gettati sopra, la scoperta: una (o più) delle giovani turiste avevano defecato in camerino.

Non sufficientemente appagate da questo “danno”, evidentemente, avevano poi anche usato i vestiti nuovi presi per prova per pulirsi a mo’ di carta igienica.

Considerando che a 50 metri, in Campo San Bartolomeo, ci sono servizi igienici pubblici che con una monetina permettono di accedere a wc perfettamente puliti e attrezzati, e che la zona fino a San Lio e oltre è zeppa di bar con toilette, resta forte l’ipotesi di intenzionalità di un gesto fatto per sfregio. O forse di una bravata fatta per vantarsi successivamente.

La notizia ha fatto rapidamente il giro della zona di negozio in negozio, provocando la solidarietà delle altre amiche commesse ma anche tanta indignazione tra gli esercenti e gli addetti. Un fatto così non era mai successo a memoria di chi lavora lì anche da tempo.

Chiaramente il danno non è tale da poter giustificare un’indagine per poter risalire alle responsabili, tipo visione delle telecamere sulla pubblica via, però una punizione di una qualche misura dovrebbe essere sacrosanta in determinate occasioni: si tratta di un ulteriore esempio di quanto rispetto ritengono di dover tenere certi visitatori che giungono nella nostra città.

(foto di repertorio)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

10 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Questo è danneggiamento e danno,non è un reato abbastanza grave per identificare questa razza suina.?non si visualizzano le riprese delle telecamere?e poi si multa una nonna perché ha fatto un panino al nipotino senza fare lo scontrino.? Bisognerebbe fare una legge che permettesse di pubblicare le foto di queste zozzone.!

  2. a parte il prezzo di 1,5 euro ( che si paga in tantissime cità di mezzo mondo ) se proprio uno non vuole spendere neppure quelli ci sono le toilette del centro T gratuite al piano terra, ma ovviamente se sei un cesso di persona….

  3. Se riuscissimo a pescarle la cosa migliore sarebbe fargliela ingoiare e diffondere poi la notizia con foto di circostanziate su tutti i quotidiani nazionali ed esteri.

  4. le telecamere ci sono e cosa michia ci stanno a fare se nessuno le guarda? anche mio padre è stato aggredito praticamente davanti a una di queste ai frari… ma i carabinieri “non possiamo visionare i filmati”…

  5. Sì è vero che ci sono i bagni vicino San Bartolomeo…..ma 1,50€ per andar in bagno mi sembra eccessivo!!! Con questo non voglio giustificare il gesto dei turisti!!! Ormai Venezia è diventata una fogna a tutti gli effetti ,cani che fanno giustamente i loro bisogni e i proprietari che non raccolgono, turisti e Veneziani che urinano e defecano ovunque!!! Grazie al sindaco e forze dell’ordine per i controlli!!!

  6. Comunque i capi sono stati danneggiati e il reato di danneggiamento non e’ stato eliminato dal codice penale. Se fossi un giudice considererei aggravante il gesto e l’ intenzione. A volte si denuncia anche chi ruba del cibo perche’ ha fame.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Come e’ morta Marilyn Monroe? giallo risolto dopo 51 anni in un libro

La Morte di Marilyn Monroe è uno dei più grandi misteri che costellano la storia americana. Ora, dopo 51 anni, la verità su Come e' morta Marilyn Monroe, venuta a mancare il 4 agosto del 1962, potrebbe essere svelata da un...

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

19enne di Pianiga trovato morto a Padova. La disperazione della famiglia. Di Andreina Corso

Un ragazzo muore a 19 anni a Padova, all’interno di un capannone abbandonato poco distante dal Parco delle Mura, frequentato da chi si trova a vivere in strada, a cercare riparo e rifugio per la notte che sembra coprire con una...

“So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Lettere

In risposta alla letterea: "Go fato ben a andar via (da Venezia) chea volta e no me dispiaxe proprio”. So venexian de aqua... nato nei anni cinquanta... abito in campagna a Mestre... sì, Mestre per i venexiani... se campagna... anca Mian e...

Rapinano delle scarpe un 14enne coltello alla gola: sono due minorenni stranieri

Rapinano 14enne armati di coltello e gli portano via le scarpe sneakers. E' successo oggi nei pressi di un centro commerciale a San Pietro di Legnago (Verona). La coppia di minorenni ha rapinato il ragazzo di 14 anni minacciandolo con un coltello. Bottino della...

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Covid: oggi crescita lenta ma esponenziale. La nuova variante AY.4.2

La nuova variante del Covid "AY.4.2" isolata in Gran Bretagna pare meno aggressiva della "Delta" (ex "Indiana")

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

No Vax passano alle minacce: lettera con proiettile a dottoressa di Padova

No Vax passano alle minacce: l'immunologa Viola a Padova finisce sotto scorta a causa di una lettera con proiettile. C'è grande riserbo dagli inquirenti ma si è saputo che la lettera di minacce No vax conteneva un proiettile ed è stata...

Ore 12, settanta persone al Pala Expo si alzano in piedi e si mettono a cantare: è il coro della Fenice che ringrazia il...

Come in un flash mob, bello perché sorprende ed emoziona. Improvvisamente e inaspettatamente 70 persone, che parevano in attesa del proprio turno, a mezzogiorno si sono alzate in piedi e si sono esibite per mezz'ora a sorpresa, in mezzo allo stupore degli...