1.9 C
Venezia
mercoledì 27 Gennaio 2021

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Home Venezia e i turisti Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare
sponsor

Rialto (Venezia), turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare del negozio

sponsor

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo – San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo.
Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato quel giorno di trovarsi in una situazione tanto scandalosa e volgare.

commercial

In tarda mattinata entrano nel negozio tre giovani turiste (forse serbe o croate dal tipo di accento con cui si esprimevano). Le tre guardano rapidamente i capi e una delle tre chiede di poterne provare qualcuno. Così la commessa indica loro il camerino e la potenziale cliente entra con tre vestiti mentre due attendono fuori, oltre la tenda di separazione.

A questo punto l’attenzione dell’addetta alle vendite viene un po’ a mancare perchè entrano nel negozio altri clienti che devono venire accolti con il “Buongiorno” a cui segue qualche risposta alle domande di rito sui capi esposti.

Passano dei minuti, cinque o dieci forse, non di più. Le tre ragazze che avevano chiesto di poter provare i vestiti passano davanti alla commessa e agli altri clienti smozzicando qualcosa del tipo: “Niente, grazie…” ed escono.

Quando poi salutano ed escono anche gli altri clienti, la commessa scosta la tenda per rimettere in ordine il camerino e rimettere a posto i capi presi per prova quando viene assalita da orrore e ribrezzo.

Raccogliendo i vestiti nuovi gettati sopra, la scoperta: una (o più) delle giovani turiste avevano defecato in camerino.

Non sufficientemente appagate da questo “danno”, evidentemente, avevano poi anche usato i vestiti nuovi presi per prova per pulirsi a mo’ di carta igienica.

Considerando che a 50 metri, in Campo San Bartolomeo, ci sono servizi igienici pubblici che con una monetina permettono di accedere a wc perfettamente puliti e attrezzati, e che la zona fino a San Lio e oltre è zeppa di bar con toilette, resta forte l’ipotesi di intenzionalità di un gesto fatto per sfregio. O forse di una bravata fatta per vantarsi successivamente.

La notizia ha fatto rapidamente il giro della zona di negozio in negozio, provocando la solidarietà delle altre amiche commesse ma anche tanta indignazione tra gli esercenti e gli addetti. Un fatto così non era mai successo a memoria di chi lavora lì anche da tempo.

Chiaramente il danno non è tale da poter giustificare un’indagine per poter risalire alle responsabili, tipo visione delle telecamere sulla pubblica via, però una punizione di una qualche misura dovrebbe essere sacrosanta in determinate occasioni: si tratta di un ulteriore esempio di quanto rispetto ritengono di dover tenere certi visitatori che giungono nella nostra città.

(foto di repertorio)

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

10 persone hanno commentato

  1. Questo è danneggiamento e danno,non è un reato abbastanza grave per identificare questa razza suina.?non si visualizzano le riprese delle telecamere?e poi si multa una nonna perché ha fatto un panino al nipotino senza fare lo scontrino.? Bisognerebbe fare una legge che permettesse di pubblicare le foto di queste zozzone.!

  2. a parte il prezzo di 1,5 euro ( che si paga in tantissime cità di mezzo mondo ) se proprio uno non vuole spendere neppure quelli ci sono le toilette del centro T gratuite al piano terra, ma ovviamente se sei un cesso di persona….

  3. Se riuscissimo a pescarle la cosa migliore sarebbe fargliela ingoiare e diffondere poi la notizia con foto di circostanziate su tutti i quotidiani nazionali ed esteri.

  4. le telecamere ci sono e cosa michia ci stanno a fare se nessuno le guarda? anche mio padre è stato aggredito praticamente davanti a una di queste ai frari… ma i carabinieri “non possiamo visionare i filmati”…

  5. Sì è vero che ci sono i bagni vicino San Bartolomeo…..ma 1,50€ per andar in bagno mi sembra eccessivo!!! Con questo non voglio giustificare il gesto dei turisti!!! Ormai Venezia è diventata una fogna a tutti gli effetti ,cani che fanno giustamente i loro bisogni e i proprietari che non raccolgono, turisti e Veneziani che urinano e defecano ovunque!!! Grazie al sindaco e forze dell’ordine per i controlli!!!

  6. Comunque i capi sono stati danneggiati e il reato di danneggiamento non e’ stato eliminato dal codice penale. Se fossi un giudice considererei aggravante il gesto e l’ intenzione. A volte si denuncia anche chi ruba del cibo perche’ ha fame.

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Morte della donna dimessa a piedi dal pronto soccorso, partite le indagini

Ci saranno minuziose indagini conseguentemente al decesso di Fabiana Carone, la povera donna di 52 anni morta dopo aver fatto rientro al proprio domicilio...

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...
commercial

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...
sponsor

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

Coronavirus Venezia, la seconda ondata si sta ritirando

Coronavirus Venezia e provincia, la seconda ondata da segni di regressione. Il primo segno si può interpretare con il tasso di occupazione dei posti letto. I...

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...
commercial

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Ancora Legge n. 104. Cosa posso fare e non posso fare durante i giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap. Quali...

Coronavirus Venezia, nuovi positivi con leggera ripresa

Coronavirus Venezia (e provincia) una giornata in chiaro-scuro quella che va dalle ore 17 di martedì alle ore 17 di mercoledì. In attesa che i...

Una famiglia distrutta. Tragedie del Covid, tragedie a cui manca un perché

Una famiglia distrutta dal Covid. Sterminati i genitori e il figlio. Una tragedia del Veneziano, della nostra provincia, al punto che ha fatto dire...

Covid: pazienti morti per colpa del medico? Dottore arrestato per improprio uso farmaci

Pazienti morti non per il Covid ma per colpa del medico? Un dottore è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari per questa ipotesi. Va...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.