COMMENTA QUESTO FATTO
 

Il presidente Mattarella a Venezia per l'inaugurazione del 150° anno accademico di Ca' Foscari

Si è svolta questa mattina al Gran Teatro La Fenice di Venezia, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Ca’ Foscari di Venezia a 150 anni dalla fondazione. Molte le autorità civili, militari e religiose presenti, tra cui il rettore di Ca’ Foscari, Michele Bugliesi, il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, la vicesindaco di Venezia, Luciana Colle e la presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, il patriarca di Venezia, Francesco Moraglia.

Dopo l’esecuzione dell’Inno di Mameli da parte del Coro del Teatro La Fenice, ha preso la parola il rettore Bugliesi, che ha tracciato un breve excursus sulla storia di Ca’ Foscari, nata nel 1868 come Regia Scuola Superiore di Commercio, prima Scuola di Studi Avanzati di Economia e Commercio d’Italia, che ha diplomato personaggi illustri come il primo governatore della Banca d’Italia Bonaldo Stringher e ha avuto come primo direttore l’economista Francesco Ferrara che fu anche deputato e ministro del Regno. Tra i più recenti successi dell’Ateneo, Bugliesi ha ricordato il terzo posto di Ca’ Foscari per qualità della ricerca (dati ANVUR) e l’aumento degli iscritti che quest’anno sfiora il 10% rispetto ai numeri dello scorso anno, per un totale complessivo di oltre 21mila studenti suddivisi in otto Dipartimenti. Il rettore ha poi concluso il suo intervento lanciando un appello a chi governa il sistema universitario, chiedendo “l’attenzione e la fiducia che le nostre università meritano”.

Dopo gli interventi dei rappresentanti degli studenti e del personale tecnico amministrativo, il rettore Bugliesi ha poi conferito il Dottorato Honoris causa in Economia a Sir Richard Blundell, economista di fama internazionale. Lo studioso ha poi tenuto una lectio dal titolo “Economic policy reform and the challenge of inequality”.

Sul ruolo importante di Ca’ Foscari e di tutte le università italiane nella costruzione del futuro del Paese si è concentrato infine il breve intervento del Capo dello Stato. “Agli Atenei, con la loro diversità di carismi – ha sottolineato il presidente Mattarella – va la fiducia e la riconoscenza della Repubblica”. Riferendosi poi alle due prime Facoltà sorte nell’Ateneo veneziano, Economia e Commercio e Lingue, il presidente ha evidenziato la lungimiranza delle scelte operate dai fondatori: “Un’intuizione di straordinaria modernità che non poteva che sorgere a Venezia, una città che ha inviato le sua navi in tutto il mondo conosciuto e ha da sempre intessuto scambi commerciali, economici e culturali in ogni parte del mondo”. “Auguro a Ca’ Foscari – ha concluso il presidente Mattarella – altri 150 anni di successi nel prossimo futuro”.

La cerimonia si è infine conclusa sulle note del “Gaudeamus igitur” interpretato dal Coro del Teatro la Fenice.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here