domenica 23 Gennaio 2022
1.6 C
Venezia

Ponte della Costituzione scivoloso, altri lavori. Amore-odio dei veneziani per il Ponte di Calatrava

HomeVenezia cittàPonte della Costituzione scivoloso, altri lavori. Amore-odio dei veneziani per il Ponte di Calatrava

Ancora guai per il Ponte della Costituzione progettato dall’architetto Santiago Calatrava, che tanto ha fatto discutere i cittadini veneziani, che hanno prima incontrato e poi vissuto gli effetti di un’opera che è costata 11 milioni di euro.
Il Ponte era entrato nell’immaginario di una pregevole e civica ambizione: far attraversare quella parte del Canal Grande che porta a Piazzale Roma, ‘a tutti’. E quindi anche ai disabili, che avrebbero potuto ricevere un’attenzione particolare e una accoglienza dovuta a chi ha problemi di mobilità. L’idea era buona e per questo è stata studiata un’ovovia, una struttura mobile che doveva rispondere a questa esigenza. Purtroppo l’ovovia non è mai entrata in funzione, problemi, riparazioni, hanno poi dimostrato che il tentativo era fallito.

La realtà ha superato il sogno, così come i problemi sono prevalsi sulle più nobili intenzioni. Ora è la volta dei gradini, della scalinata composta di lastroni azzurri, che stemperavano il color verde dell’acqua lagunare, che purtroppo (ancora) sono risultati scivolosi, soprattutto in inverno, quando l’umidità intralcia i passi e provoca qualche seria caduta. Non resta che rimediare, pare, con la trachite, già sperimentata al centro del ponte, che sembra rassicurare passanti e visitatori, che pazienti, si mettono in fila per garantirsi un’attraversata sicura.

 

Il Ponte della Costituzione sta smontando i suoi pezzi e le sue ragioni che nel 2008 erano sembrate giuste e sensate.
I lastroni con il loro azzurro offeso, hanno perso freschezza, sono rovinati, anche a causa dei trolley che molti visitatori trasportano dalla vicina stazione ferroviaria. Gradino dopo gradino, il passaggio continuo di rotelle, scarpe, a calpestare quell’opera di Calatrava che oggi si mostra ai nostri occhi rivelando le contraddizioni e la debolezza che la caratterizza.
Entra quindi in scena, a tutto titolo, nel prossimo futuro, la trachite. I gradini diverranno neri, se sarà possibile questa trasformazione, considerando le premesse e le cautele del Comune di Venezia, dell’Assessorato ai Lavori Pubblici in particolare e del parere della Soprintendenza in merito alla mutazione paesaggistica. La prima preoccupazione riguarda il cambio dei lastroni con la trachite, sapendo che quest’ultima pesa molto e quindi l’operazione eventuale, richiede da parte degli esperti, la verifica attenta della staticità del Ponte.

C’è quindi necessità che tutti i soggetti convergano per questa ipotetica opzione. Anche l’architetto Santiago Calatrava dovrà essere consultato e informato sulle ragioni che stanno inducendo a un intervento importante per la sicurezza dei veneziani, dei turisti, che si lamentano, giustamente, per le insidie che sono costretti a vivere.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Andreina Corso
Cittadina 'storica' di Venezia, si occupa della città e della sua cronaca. Cura gli approfondimenti, è giornalista, insegnante, autrice letteraria, poetessa.

2 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Volete il mio parere da ex camminatrice padovana, rispettosa,con borsa addosso e non trolley, delle domeniche estive di anni fa?
    Odio quest’opera che ostenta la modernità.
    Mi me piase i ponti veci dell’epoca de la Serenissima Repubblica! Stop.

  2. I turisti che si lamentano dovrebbero, innanzi tutto, non attraversarlo facendo procedere i trolley sui gradini in vetro ! Poi, basta caminare al centro e non succede nulla. Altri soldi pubblici buttati nel wc.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Ponte della Costituzione scivoloso, altri lavori. Amore-odio dei veneziani per il Ponte di Calatrava

Ancora guai per il Ponte della Costituzione progettato dall’architetto Santiago Calatrava, che tanto ha fatto discutere i cittadini veneziani, che hanno prima incontrato e poi vissuto gli effetti di un’opera che è costata 11 milioni di euro. Il Ponte era entrato nell’immaginario...

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

Rapinano delle scarpe un 14enne coltello alla gola: sono due minorenni stranieri

Rapinano 14enne armati di coltello e gli portano via le scarpe sneakers. E' successo oggi nei pressi di un centro commerciale a San Pietro di Legnago (Verona). La coppia di minorenni ha rapinato il ragazzo di 14 anni minacciandolo con un coltello. Bottino della...

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".

Polmonite Bilaterale da Covid, ricoverata in rianimazione. Ha sette mesi

A sette mesi ha il Covid ed è ricoverata in rianimazione. Alla piccola viene assicurata la migliore assistenza possibile, per questo è stata trasferita dalla Calabria a Roma. La piccola ha soli sette mesi ed è ricoverata in terapia intensiva perché contagiata...

“Cucina veneziana? Bangladesh. Negozi? Cinesi. Ma quale nostra ‘economia fiorente’ del turismo?”. Lettere

In risposta alla lettera: “Nessun veneziano che conosco tornerebbe a vivere a Venezia”. Ristoranti con cucina veneziana? Cuochi e camerieri Bangladesh. Negozi souvenir? Ancora Bangladesh e/o cinesi. Commesse attività commerciali? Ragazze dell’est Europa, e per piacere non ditemi che i nostri...

Vaporetti Actv Venezia: torna la Linea 2 fino a Lido

Actv implementa più corse: Linea 2 adesso arriva fino a Lido e ci sono corse supplementari 5.1 2 5.2.

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Carnevale di Venezia 2022 “soft”: controlli e niente feste di massa

"Venezia è pronta a ripartire, sarà un Carnevale certamente non di massa, non ci sarà il volo dell'Angelo (il volo dal campanile di San Marco al palco), ma ci saranno tanti controlli. La città ha dimostrato di saper gestire bene la...

“Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura”. Lettere al giornale

Gentile cronista, la prego di pubblicare quanto segue. Le Frecce Tricolori a Venezia oggi (venerdì 28 maggio, ndr) sono passate ripetutamente con sorvoli verosimilmente bassi, tanto che mi tremavano i vetri della casa. Avevo letto che la loro esibizione è domani (sabato 29...

Deve andare a lavorare, entra in pontile dall’uscita causa turisti: pontoniera la fa multare

Una brutta multa e un brutto gesto. Una multa salata ad inizio settimana, come buongiorno. E la rabbia per una multa di 67 euro per essere entrata dalla parte dell’uscita del pontile della linea 1 sul piazzale di Santa Lucia. E’ vero,...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...