6.6 C
Venezia
domenica 24 Gennaio 2021

Pensioni nella crisi. La sentenza 30 aprile 2015 n. 70 della Corte Costituzionale

Home Economia Pensioni nella crisi. La sentenza 30 aprile 2015 n. 70 della Corte Costituzionale
sponsor

pensioni crisi sentenza corte costituzionale

sponsor

Negli ultimi mesi i media hanno concesso grande spazio alla sentenza 30 aprile 2015 n. 70 della Corte Costituzionale che ha dichiarato incostituzionale una disposizione normativa che bloccava la rivalutazione automatica dei trattamenti previdenziali, generando numerose aspettative e una generale sensazione di ottimismo tra i pensionati.

commercial

Ma vediamo cosa stabilisce tale pronuncia, quali sono le sue conseguenze e i possibili «colpi di coda» del Legislatore, il quale, lo diciamo fin d’ora, si sta machiavellicamente attrezzando per ridurre significativamente l’ammontare delle somme che andranno restituite.

L’art. 24, comma 25, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201 (Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici), convertito, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della legge 22 dicembre 2011, n. 214, prevedeva che «In considerazione della contingente situazione finanziaria, la rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici, secondo il meccanismo stabilito dall’art. 34, comma 1, della legge 23 dicembre 1998, n. 448, è riconosciuta, per gli anni 2012 e 2013, esclusivamente ai trattamenti pensionistici di importo complessivo fino a tre volte il trattamento minimo INPS, nella misura del 100 per cento».

Questo significava, tradotto in un linguaggio più accessibile, che chi percepiva trattamenti previdenziali sopra il limite di tre volte il trattamento minimo INPS (equivalente a Euro 1.405.05 con riferimento al 2012) non aveva diritto alle rivalutazioni annuali automatiche (perequazione) per gli anni 2012 e 2013, mentre ai titolari di pensioni sotto tale soglia veniva riconosciuta la rivalutazione integrale.

La Corte Costituzionale, con la sentenza 30 aprile 2015 n. 70, ha dichiarato incostituzionale tale disposizione normativa, siccome lede il diritto alla pensione quale retribuzione differita proporzionale alla qualità e quantità del lavoro prestato in passato, il cui potere d’acquisto va difeso nei confronti dell’inflazione. Dunque, oggi almeno teoricamente, chi percepisce una pensione superiore a tre volte il minimo INPS avrebbe diritto di chiedere la rivalutazione integrale della pensione per gli anni 2012 e 2013. Ma non sarà così facile…

Infatti, moltissimi cittadini e pensionati ignorano il fatto che il Governo ha recentemente approvato il Decreto Legge 21 maggio 2015, n. 65. Tale provvedimento normativo, al momento non ancora convertito in Legge, riduce significativamente la percentuale di rivalutazione automatica del trattamento previdenziale spettante ai pensionati per gli anni 2012 e 2013 proprio per contenere gli effetti che la sentenza della Consulta esercita sul bilancio dello Stato.

E’ opportuno, dunque, domandarsi fin da ora se tale Decreto, qualora dovesse essere convertito in Legge nei prossimi giorni, costituisca una vera e propria elusione del giudicato costituzionale in danno di milioni di pensionati. Se il Legislatore non muterà indirizzo, sarà altamente probabile una nuova ondata di ricorsi alla Corte Costituzionale.

Un’opera aggiornata che analizza tali problematiche con un linguaggio accessibile anche ai non addetti ai lavori è stata pubblicata dagli avvocati Fabio Petracci e Gianluca Teat (per Keyeditore) nei giorni scorsi (Corte Costituzionale Retribuzioni e Pensioni nella crisi. La sentenza 30 aprile 2015 n. 70).
Lo scritto si sofferma, in particolare, sui possibili rimedi amministrativi e giurisdizionali spettanti ai pensionati.

Altre informazioni ai link:

Corte costituzionale, retribuzioni e pensioni nella crisi. La sentenza 30 aprile 2015, n. 70

Oppure sull’argomento, è possibile contattare direttamente gli autori.
E-mail: gt.teat@gmail.com
oppure Profilo Facebook Avv. Gianluca Teat

Avv. Gianluca Teat

10/07/2015

Riproduzione vietata

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...
commercial

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...
sponsor

Esplode la casa, morti due anziani. Forse colpa perdita Gpl dello stabile

Padova, San Giorgio in Bosco, teatro della tragedia di questa mattina legata agli impianti di riscaldamento. A causa dello scoppio e conseguente incendio nell'appartamento, due...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...
commercial

Morte della donna dimessa a piedi dal pronto soccorso, partite le indagini

Ci saranno minuziose indagini conseguentemente al decesso di Fabiana Carone, la povera donna di 52 anni morta dopo aver fatto rientro al proprio domicilio...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Coronavirus a Venezia arretra. Addio a madre e figlio di Cavallino-Treporti

Coronavirus a Venezia che mostra un arretramento, come un'onda di marea che si ritrae, sperando definitivamente. 135 nuovi casi in 24 ore: un numero significativo,...

È morta Gina Smerghetto, la mamma del falconiere Ivan Busso

È morta ieri, venerdì 15 gennaio, Gina Smerghetto di 65 anni. È scomparsa poco prima della celebrazione del funerale del figlio Ivan Busso, il...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.