COMMENTA QUESTO FATTO
 

Veneti ubriaconi stereotipo

Oliviero Toscani aveva dato, in buona sostanza, degli ubriaconi ai veneti, non accettando di scusarsi neanche successivamente e di ritrattare neanche a parlarne. Ora il noto fotografo è stato assolto per quella espressione infelice e torna a far sentire la sua voce.

“Sono stato assolto per la storia dei veneti ubriaconi e il sindaco di Padova Bitonci non c’è più: cucucù il sindaco non c’è più, cucù”.

E’ un Oliviero Toscani scatenato quello che si presenta ai microfoni della Zanzara su Radio 24 dopo che un giudice di pace lo ha assolto dall’accusa di diffamazione per le famose dichiarazioni, sempre a La Zanzara sui “veneti ubriaconi atavici”.

Ne ha per tutti, Toscani. Il primo è il presidente della Regione Veneto: “adesso chiederò i danni a Zaia. E a tutti quei veneti che mi hanno insultato, mi sono segnato tutti i nomi e i cognomi. Molti invece sono con me. Adesso sono ubriachi, pure con sentenza. Zaia lo porto in tribunale, mi ha veramente aggredito”.

Poi tocca all’ex sindaco di Padova Bitonci: “Non parliamo di miserabili. Senza di lui diventiamo lentamente più civili. Senza Bitonci c’è un miglioramento nella civiltà umana, un piccolo miglioramento”.

Per Toscani infine coloro che respingono i profughi “Sono dei subumani, non umani. Verranno travolti dai neri e mandati nei posti di isolamento, come noi abbiamo fatto con gli indiani americani”.

Redazione

 
ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000
 

23/11/2016

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here