COMMENTA QUESTO FATTO
 

ve_civilta_anfibia.jpg


NELLI-ELENA VANZAN MARCHINI: "Venezia Civiltà  Anfibia".
[Edizioni CIERRE]

Il nuovo libro è stato presentato giovedì 21 maggio nell’Aula Magna dell’Ateneo Veneto da Gherardo Ortalli e Wolfgang Wolters.

All'autrice Nelli-Elena Vanzan Marchini abbiamo chiesto:

Questo suo nuovo libro tratta della storia della città ?
"Sì ma non della storia dei grandi eventi o dei monumenti. Narra la storia del corpo urbano che cresce in maniera sinergica e simbiotica con un ambiente difficile, delinea l’epopea di un popolo che inventa una cultura materiale per gestire un habitat inaffidabile costituito da terre rese incerte dal flusso delle maree e dalle ingressioni marine".

Perché Civiltà ?
"La città  esiste perché nel contesto lagunare si è strutturata una civiltà  che ha trasformato l’insularità  da handicap in un valore urbano, costruendo ponti e fondamente. Si sono definite linee di scorrimento (pedonali e acquee) che non interferiscono fra loro come invece accade nelle moderne città  di terraferma dove il semaforo e il passaggio pedonale rappresentano il fallimento della viabilità ".

Perché anfibia?
"Perché gli abitanti hanno accettato di vivere questa terra incerta cogliendo la sua equidistanza dal mare e dalla terraferma come la possibilità  di interagire in sicurezza con entrambe in maniera appunto "anfibia" ".

Quale il maggior pericolo per la sopravvivenza di questa civiltà  unica?
"Quello dell’omologazione alla terraferma".

 
ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000
 
                                                     
Nelli-Elena Vanzan Marchini, storica veneziana, specializzata in archivistica e paleografia, autrice di 19 volumi e di decine di pubblicazioni sulla storia di Venezia, è stata docente all'Università  di Torino (sede di Vercelli). Dirige la collana di fonti per la storia della sanità  in Veneto.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here