sabato 22 Gennaio 2022
0.4 C
Venezia

Morte di Lino Toffolo, i parenti: “Vogliamo la verità”. Chi ha ragione?

HomeNotizie Venezia e MestreMorte di Lino Toffolo, i parenti: "Vogliamo la verità". Chi ha ragione?

Lino Toffolo è morto. Venezia (ma non solo) a lutto

Oltre al dolore grande dei familiari di Lino Toffolo, i cui funerali si svolgeranno oggi a Murano alle 11.00 nella chiesa di San Pietro, ci sono perplessità e dubbi sugli avvenimenti che hanno portato alla morte del loro caro.

I figli hanno delegato l’avvocato Antonio Sforza affinché siano chiari e convincenti i passaggi che hanno determinato il ricovero e le dimissioni dell’amato attore veneziano. L’avvocato ha nominato la dottoressa Silvia Tambuscio, medico legale, per l’effettuazione dell’esame autoptico che dovrebbe diagnosticare il perché del decesso.

Lino Toffolo si era fratturato un polso e due costole cadendo sui gradini di un ponte. E’ scivolato e si è fatto male nella sua Murano, è successo a tanti muranesi di cadere sui ponti o in fondamenta, persone che hanno ripetutamente denunciato, inascoltati, la cattiva manutenzione delle strade, che ha provocato incidenti e difficoltà soprattutto alle persone anziane e disabili.

I sanitari dell’Ospedale Civile di Venezia hanno operato Lino Toffolo al polso e poi dimesso. I familiari ritengono che la dimissione sia stata forse affrettata, che necessitavano altri accertamenti, perché non si spiegano la morte a casa, per una frattura al polso.

La loro amarezza, inoltre, si somma alla constatazione che quella caduta si poteva prevenire, se i gradini non fossero stati sconnessi, quella frattura si sarebbe potuta evitare e così il ricovero e così la sua dipartita.

Sono tanti gli interrogativi dei figli che sentono l’esigenza di capire, di comprendere a fondo la successione dei fatti, di dare un perché alla perdita del padre.

Ed ora la palla passa alla Procura: un’inchiesta per fare luce sulla morte di Lino Toffolo, avvenuta in casa mercoledì scorso, e verificare se sia ipotizzabile una qualche responsabilità. Questa la richiesta dei familiari dell’attore fatta con una segnalazione che il legale che li assiste, Antonio Forza, ha fatto pervenire al pm Paola Mossa.

Il magistrato, come riportano tutti i giornali locali, ha nominato il consulente, il medico legale padovano Silvia Tambuscio, che già ieri pomeriggio ha eseguito l’esame autoptico all’ospedale di Mestre.

Tutto questo per non far rinviare il funerale, previsto per stamane alle 11 nella chiesa di San Pietro Martire a Murano.

Lino Toffolo, 81 anni, era stato in effetti dimesso dall’ospedale civile di Venezia dopo un intervento al polso, che si era rotto a seguito di una caduta avvenuta due settimane fa. I familiari sostengono che l’incidente è accaduto per una buca nel terreno non segnalata.

Nell’esposto l’avv. Forza chiede di verificare se ci sia un nesso di causalità tra il decesso e la caduta e, in caso affermativo, se possano essere contestate responsabilità a chi non ha provveduto a segnalare la buca. Il legale vuole anche sapere se siano state appropriate le cure prestate a Toffolo all’ospedale di Venezia, dal quale era stato dimesso la scorsa settimana.

Andreina Corso | 21/05/2016 | (Photo: S. Rizzetto) | [cod linove]

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

Aveva fermato la rapina in banca, guardia giurata condannata e deve risarcire il ladro

Lui una guardia giurata, Marco D. L'altro un rapinatore, Giorgio A., preso mentre fuggiva con il bottino dalla banca Unicredit di Cavallino Treporti che aveva appena assaltato con alcuni complici. Una storia che va avanti da 10 anni nei corridoi e nelle...

Festa riuscita? Ve la racconto io la festa: un Rave in via Garibaldi. Lettere

Gentile direttore, vorrei sapere perché tutti contribuiscono a portare avanti questa farsa degli eventi in sicurezza quando invece è solo un'attività di facciata. Situazione di questa notte: un esercito di agenti a controllare che i residenti si posizionassero diligentemente entro gli spazi...

Impiegati d’albergo: “Non siamo noi il male di Venezia, non dimenticateci”. Lettere

  "Anch'io voglio tornare a lavorare ma..." Breve racconto di una receptionist di un hotel di lusso   Ormai sono mesi che, con l'albergo chiuso, vivo solo "grazie" alle briciole della cassa integrazione. Voglio tuttavia ricordare a tutti che prima non era la terra promessa come...

Venezia: da oggi mascherine all’aperto in certe aree. Ecco dove

Venezia: allargamento dell’obbligo dell’uso di mascherine all'aperto alle aree della movida e nelle piazze. Dal 6 dicembre Green Pass obbligatorio fin dai pontili degli imbarcaderi per favorire i controlli a campione

Turisti riducono Piazza San Marco pizzeria a cielo aperto: da oggi non pagherò più le tasse

Il prof. Tamborini denuncia che la Polizia Municipale è intervenuta solo dopo molte insistenze e quando ormai non c'era più niente da rilevare. Oltre al fatto che ormai non viene praticamente sanzionato più nulla (neanche agli abusivi), perchè un cittadino deve...

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

Impiegati d’albergo: “Non siamo noi il male di Venezia, non dimenticateci”. Lettere

  "Anch'io voglio tornare a lavorare ma..." Breve racconto di una receptionist di un hotel di lusso   Ormai sono mesi che, con l'albergo chiuso, vivo solo "grazie" alle briciole della cassa integrazione. Voglio tuttavia ricordare a tutti che prima non era la terra promessa come...

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione