spot_img
spot_img
spot_img
9.7 C
Venezia
martedì 19 Ottobre 2021

Si accascia per strada, morta donna 37enne. Tragedia a Mestre

Homemorte improvvisaSi accascia per strada, morta donna 37enne. Tragedia a Mestre

Si accascia improvvisamente e muore per strada.
E’ una donna giovane e senza problemi particolari di salute. E’ morta nonostante i soccorsi: è tragedia a Mestre.
Il dramma ieri – giovedì – pomeriggio.
La donna si è accasciata mentre camminava senza che prima qualcuno avesse notato segni premonitori.
Aveva 37 anni, era residente a Marcon e nel momento della disgrazia si trovava alla Gazzera.
La tragedia, improvvisa, mentre la vittima decide di attraversare la strada.
Immediatamente si è pensato ad un incidente o ad un sinistro collegato all’attraversamento ma un primo controllo sul corpo della povera donna ha escluso segni di traumi

o tracce di contatto di cause esterne.
L’orientamento, pertanto, sarebbe per un decesso per cause naturali anche se per un caso di morte improvvisa in un soggetto giovane solitamente viene eseguita l’autopsia che darebbe la parola conclusiva sulla vicenda.
Il decesso è avvenuto in pochi attimi nonostante il pronto intervento dei soccorsi sanitari, arrivati in qualche minuto, e della polizia di Stato.
Secondo quanto appreso la donna non sarebbe stata sofferente di problemi particolari di salute ed anche la preliminare causa di morte generica di “arresto cardiocircolatorio” lo sta a dimostrare.
I casi di “morte improvvisa” purtroppo sono sempre più frequenti anche in persone giovani o relativamente giovani apparentemente anche senza particolari problemi di salute.
Il caso più drammatico

e probabilmente più doloroso avvenuto negli ultimi tempi, che ha segnato profondamente la nostra città, è quello toccato alla povera e indimenticata Miriam De Giovanni, ragazza sana, giovane, sportiva , e soprattutto priva di “vizi” che possano pregiudicare lo stato di salute di una ragazza di quella età, come quelli legati a stili di vita deleteri.
Miriam morì a fine ottobre 2019, aveva 25 anni.
Il dramma, in quell’occasione, si è consumato nel sestiere di Cannaregio. Nulla da fare per i soccorsi prontamente intervenuti con l’idroambulanza dall’Ospedale Civile di Venezia.
Accanto al grandissimo dolore per la perdita della ragazza tra tutti quelli che la avevano conosciuta (ma non solo), il “giallo” per una morte mai completamente chiarita.
La giovane si era presentata al pronto soccorso dello stesso Ospedale Civile di Venezia tre giorni prima perché non si sentiva bene. Febbre, difficoltà a respirare, mancanza di forze, i sintomi che aveva accusato ma i medici l’avevano mandata poi mandata a casa.

(foto da archivio)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements