13.2 C
Venezia
giovedì 23 Settembre 2021

Milan – Juventus, le ultime

HomeSerie AMilan - Juventus, le ultime

Il Milan si sveglia e mette sotto il Torino

Milan-Juventus, in programma sabato 28 novembre alle 18, è una partita importantissima per entrambe le squadre: Montella, infatti, in caso di sconfitta verrebbe molto probabilmente esonerato dalla società meneghina mentre Allegri perderebbe punti importanti per la corsa scudetto contro due squadre, Napoli e Inter, che sono in formissima e che sembrano per la prima volta da anni in grado di contrastare l’egemonia della Juve in territorio nazionale.

Il Milan si affiderà al suo fuoriclasse Suso, l’unico con la fantasia e la qualità tecnica in grado di mettere in difficoltà la difesa della Juventus, che in questa stagione non appare solida come in passato. Peserà la mancanza di Jack Bonaventura, un altro che come il numero 8 aveva fatto la differenza nel Milan dell’anno scorso con i suoi gol ed assist; toccherà al turco Calhanoglu il duro compito di sostituire l’ex Atalanta, con la speranza di Montella che il gol segnato al Chievo lo abbia sbloccato definitivamente. Come prima punta, Kalinic resta in vantaggio per il ruolo di titolare. L’unica novità dovrebbe essere lo spostamento di Rodriguez a centrocampo e il conseguente inserimento di Zapata dietro, data la squalifica a Bonucci che sarebbe stato l’ex di serata.

Per la Juventus Allegri conferma il solito 4-2-3-1 con Cuadrado e Mandzukic esterni e Dybala dietro a Higuain, che vuole confermare di essersi completamente lasciato alle spalle il momento negativo delle ultime settimane. In panchina tutti i giovani ed i nuovi acquisti, che forse l’allenatore non ritiene pronti ad affrontare una partita in un palcoscenico così importante come la Scala del Calcio. Dopo la partita con l’Udinese, Allegri aveva criticato la fase difensiva della sua squadra, secondo lui colpevole di aver avuto cali di attenzione che potrebbero essere fatali contro i rossoneri, motivo per cui sicuramente in settimana avrà lavorato sotto l’aspetto tattico ma anche sotto quello mentale per arrivare preparati al massimo.

Lo scorso anno un gol fantastico del classe ’98 Manuel Locatelli aveva consegnato i 3 punti al Milan, che ha poi battuto di nuovo i bianconeri a Doha vincendo la Supercoppa italiana ai rigori; questo darà sicuramente forza allo spogliatoio, che vorrà ripetere l’impresa e guadagnarsi di nuovo il supporto dei tifosi, il cui entusiasmo si era affievolito con gli ultimi risultati negativi. Per i bianconeri invece l’obiettivo è agganciare il Napoli e mettergli pressione, sperando in un passo falso dei partenopei con il Sassuolo.

Federico Baldan

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor