Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
6.6C
Venezia
martedì 02 Marzo 2021
HomeSaluteMedici di Base pronti al braccio di ferro con la Regione Veneto

Medici di Base pronti al braccio di ferro con la Regione Veneto

Tosiani rispondono a Valdegamberi: "Cos'ha fatto lui in Regione?"

È ritornato alla resa dei conti il problema Sanità con un Consiglio regionale straordinario richiesto dalla minoranza che lo ha introdotto con una mozione presentata dal consigliere Bruno Picozzo del Partito Democratico, spenta con 25 voti contrari e 21 favorevoli.

Il testo della mozione sollecitava il governatore Luca Zaia e la sua Giunta ad acconsentire alle richieste dei medici di base che già hanno annunciato una solida protesta, che potrebbe vederli scendere in campo e rivendicare, con uno sciopero, quelli che considerano diritti violati nei confronti della categoria e dei cittadini.

L’agitazione è iniziata a settembre per sensibilizzare la Giunta e sollecitare la presa di coscienza verso i problemi irrisolti, con 28 giorni di protesta e prevede il blocco dell’invio della ricetta telematica, per giungere alla chiusura degli ambulatori.

Tante e ben individuate le questioni che il Piano sociosanitario non ha attuato, né accolto, a giudizio dell’opposizione in Consiglio.

Il testo bocciato richiedeva la garanzia delle cure palliative per 24 ore giornaliere, lo sblocco delle Medicine di gruppo integrate, ferme da febbraio, l’attuazione di tutti i 3038 posti letto e quindi l’inclusione dei 1263 mancanti, il consolidamento delle Unità riabilitative territoriali e degli Hospice per pazienti terminali. E altre questioni strettamente tecniche e telematiche da attuare, quali la ricetta elettronica e il fascicolo sanitario.

Medicina preventiva, cura, territorialità e ricoveri ospedalieri, da anni sono all’attenzione della regione e anche se l’ultimo Piano sociosanitario privilegia nel testo la cura territoriale (anche per ragioni strettamente economiche, un posto letto costa oltre 600 euro giornaliero a fronte dei 150 territoriali), le Medicine di gruppo Integrate sono solo 55, nonostante il Piano ne prevedesse 86. E quel che dovrà in ogni caso spiegare la Giunta, è la destinazione e l’uso dei proventi della chiusura di 1212 posti ospedalieri.

Delusione anche per le strutture intermedie non realizzate per dare una risposta alla cronicità, sono decine di migliaia le famiglie che curano in casa un anziano o un disabile, dovrebbero essere aiutate e supportate, proprio da quelle strutture che potrebbero accogliere le specifiche fragilità decongestionare e alleviare la fatica di chi si fa carico dell’assistenza e confortare il paziente con cure e situazioni ambientali socio riabilitative.

L’assessore alla sanità Lucio Coletto, si è dichiarato favorevole alla Medicina di gruppo integrata, ha promesso una delibera che prevede 883 posti territoriali, Urt, Hospice e ospedali di comunità e altri 380 entro il 2018, non mancando di sollecitare in ogni caso una rivisitazione generale.

I medici di famiglia rimangono poco convinti e intendono rivolgersi al Direttore generale della sanità Domenico Mantoan, per ribadire tutti quegli aspetti che il Consiglio regionale ha respinto e nel contempo rivendicare il diritto allo sciopero, qualora le indicazioni e i problemi sottesi, non ricevessero la dovuta attenzione. Non cercano lo scontro e hanno a cuore i loro pazienti, ma proprio per questa ragione rivendicano l’attuazione di una politica sanitaria rispettosa di una comunità che si rivolge al settore sociosanitario, esprimendo un bisogno di salute che non può essere ulteriormente disatteso.

Andreina Corso

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.