COMMENTA QUESTO FATTO
 

funerale parenti amici sepoltura

A più di tre settimane dal decesso, su cui la Procura ha aperto un procedimento, i familiari, i parenti e gli amici potranno dare l’ultimo saluto all’ex vigile di Caorle.
Finalmente si sono potuti fissare i funerali di Vito Zappulla, che saranno officiati martedì 28 agosto 2018, alle ore 10.30, nella chiesa parrocchiale di Santa Margherita di Carole.

Siciliano d’origine, ma stabilitosi ormai da una vita nella cittadina balneare veneziana, dov’era molto conosciuto essendo stato a lungo agente della polizia locale, Zappulla, che aveva 71 anni, è deceduto lo scorso 4 agosto all’ospedale di San Donà di Piave dopo oltre un mese di calvario seguito ad un intervento chirurgico per la sostituzione della valvola e l’applicazione di un by-pass, a cui era stato sottoposto il 27 giugno, all’ospedale dell’Angelo di Mestre, e dal quale non si era di fatto più ripreso, con particolare riferimento a tutta una serie di gravi complicanze polmonari.

Non avendo ottenuto risposte chiare e univoche sulle ragioni del tragico epilogo (alcuni medici avevano ipotizzato anche che il paziente avesse contratto una polmonite in sala operatoria), e nutrendo diverse perplessità su come il loro caro era stato gestito all’Angelo, i familiari hanno presentato un esposto presso la stazione dei carabinieri di San Donà di Piave chiedendo all’autorità giudiziaria di verificare eventuali responsabilità da parte dei sanitari che hanno avuto in cura il loro congiunto, e si sono rivolti, attraverso il consulente personale Riccardo Vizzi, a Studio 3A, società specializzata a livello nazionale nella valutazione delle responsabilità in ogni tipologia di sinistro, a tutela dei diritti dei cittadini, per essere assistiti nella ricerca della verità.

La Procura della Repubblica di Venezia ha aperto un procedimento penale per omicidio colposo, al momento contro ignoti. Il Sostituto Procuratore ha disposto l’autopsia, affidando l’incarico al un proprio consulente medico legale il 10 agosto presso il palazzo di Giustizia di Venezia: l’esame autoptico è stato effettuato lunedì 13 agosto.

Oggi, finalmente, con l’arrivo del nulla osta, la vicenda si è sbloccata e martedì la moglie, la figlia, il genero, le sorelle, i nipoti, i parenti e i tanti amici e conoscenti potranno così dare l’estremo saluto e una degna sepoltura a Vito Zappulla, le cui spoglie riposeranno nel cimitero di Caorle. Anche se l’attesa non è ancora finita, perché la famiglia e Studio 3A ora si aspettano risposte chiare anche sulle cause della morte e su eventuali errori medici, per determinare i quali sarà decisiva la perizia medico legale che depositerà il Ctu incaricato dal Pubblico Ministero.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here