Legittima difesa e falsi profughi: le associazioni piangono, gli italiani finalmente sorridono

ultimo aggiornamento: 27/10/2018 ore 16:22

85

Lampedusa mare nostrum barconi

Legittima difesa e falsi profughi: le associazioni piangono, gli italiani finalmente sorridono

E’ un innegabile dato di fatto: ai cosiddetti profughi piacciono da morire le ragazzine italiane e non solo.

Il primo caso di “profugo” omicida fu Kabobo: una mattina si svegliò e decise che era tempo di ammazzare: morirono tre italiani. A quel tempo si era ancora all’inizio dell’invasione immigrazionista che avrebbe consegnato l’Italia a un’orda incontrollata di afroislamici.

Da allora, cioè dai tempi del governo Renzi, sono migliaia i richiedenti asilo sbattuti in galera per spaccio, furti, rapine, aggressioni e omicidi.

Eppure, per i garantisti dell’immigrazione incontrollata il problema dell’Italia sono i “Traini” e chi si è permesso di reagire alle violenze delle risorse portatrici di cultura.

Uniche consolazioni: il senato ha approvato una buona legge sulla legittima difesa e gli ingressi dei (falsi) profughi in Italia ridotti al lumicino.

Le cooperative piangono, ma gli italiani sorridono!

Gianni Toffali
verona

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here