Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
7C
Venezia
sabato 27 Febbraio 2021
HomeCinemaLa Tenerezza, le tessere ci sono tutte, ma il sentimento non decolla

La Tenerezza, le tessere ci sono tutte, ma il sentimento non decolla

La Tenerezza, le tessere ci sono tutte, ma il sentimento non decolla

“Tenerezza”; un sentimento mai sufficientemente presente nelle vite delle persone. Difficile da provare, ancor più difficile da estrapolare dalle proprie corazze esistenziali.

Un anziano avvocato in pensione, un ex azzeccagarbugli di successo; un professionista della scappatoia legale abile nel far vincere cause di indennizzo ai propri clienti. Ma anche un uomo stanco, inaridito nel proprio desiderio di provare e trovare tenerezza.

I vicini di casa, giovane coppia con un solo figlio; un classico. Lui ancora bambino, lei celante il proprio disagio e la propria ignoranza dietro i sorrisi e la resistenza alle fatiche quotidiane. I figli dell’avvocato, fratellastri.

La figlia assiste alle traduzioni ai processi per stabilire la possibilità o meno di concedere il permesso di soggiorno agli immigrati. Rigida, quasi, nel volere che la legge sia applicata correttamente. Il fratello distante dal padre, in antagonismo con i suoi sistemi di vita, alla ricerca di aprire un locale di eventi.

Benissimo: le tessere del puzzle, che cercano di combaciare nel mezzo di una Napoli solo di vicoli e scalinate faticose, ci sono tutte.

Il protagonista è semplicemente mostruoso nel dar corpo al suo personaggio; Carpentieri è interprete altissimo. Ma alla fine il film, tratto da un romanzo di Lorenzo Marone, non decolla proprio nel momento in cui dovrebbe prendere il volo.

Il resto del cast rifà se stesso visto in mille altri film. La Mezzogiorno sempre triste e amara. Germano esagitato. La Ramazzotti perennemente candida e accattivante come nei film del marito. Scoppia la tragedia, che porta il protagonista a una redenzione possibile.

Un uomo dalle varie doppie vite, saggio e disonesto, coraggioso e vile. Ma man mano che il film procede, a causa del tono quasi superbo del regista, la cui arte di sottrazione sottrae troppo e cose che potevano restare e che invece lascia in scena svolte a tratti persino ridicole, questo resta al di sotto delle sue pretese e finisce per raccontare una vacua resa a se stessi, i cui colori e inquadrature non vanno al di là di una canonica fiction RAI e le cui tensioni di contemporaneità si annegano in un esistenzialismo indistinto (l’inseguimento con il venditore di accendini). Gelo, dico. Ancor più che nell’anodino “Il primo uomo”, dalla biografia di Camus. Superbia, ripeto: probabilmente l’eccesso di pretesa di essere un autore classico e in pieno possesso di trattare le cose essenziali nuoce ad Amelio.

La sua storia è stata raccontata meglio e ben altre volte nel corso della storia del cinema. Penso a “Ikiru” di Kurosawa, che ben altre vette e con ben più consistenti svolte ha raccontato morte resurrezione e redenzione di un uomo da niente. Ed è per colpa di questa supponenza e questa fondamentale mancanza di coraggio che il film convince solo per un terzo.

Non bastano le penombre, le location segrete e marginali; oggi che la tenerezza è merce ancora più rara ci voleva una pellicola magari più fiammeggiante ma senza dubbio più ardita. Magari sempre con Carpentieri, la cui arte di parlare, guardare e fumare una delle mille e più sigarette resta la vera motivazione per vedere questo film.

LA TENEREZZA
(id., Italia, 2017, 103”)
Regia: GIANNI AMELIO
interpreti: RENATO CARPENTIERI, GIOVANNA MEZZOGIORNO, ELIO GERMANO, MICAELA RAMAZZOTTI, MARIA NAZIONALE, GRETA SCACCHI

Giovanni Natoli

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Strangola il figlio di due anni e si suicida. Tragedia nel Trevigiano

Strangola il figlio di due anni e si suicida. Una tragedia esplode nel pomeriggio del sabato nella provincia di Treviso. Un padre di 43 anni...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Chiuso profilo TikTok di donna che sfidava a soffocarsi, aveva 700mila follower

Chiuso profilo TikTok di una donna che "istigava al suicidio". Si tratta del profilo Tik Tok di una influencer con circa 700.000 follower. Il provvedimento...

Trambusto a Piazzale Roma: straniero si denuda in tram e aggredisce tutti

Si denuda a bordo del tram e poi aggredisce il conducente e gli agenti: arrestato dalla Polizia locale a Piazzale Roma. Protagonista uno straniero che...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Giuseppe Conte: la fidanzata Olivia Paladino, l’ex moglie e il figlio

Dal primo giugno 2018 Giuseppe Conte è presidente del Consiglio dei ministri. I suoi 56 anni portati benissimo e il suo aspetto curato hanno...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Ciclista trovato morto a bordo strada a Sernaglia, forse investito e non soccorso

Trovato morto ciclista a bordo strada questa mattina. Si tratta di un uomo di 45 anni. Il deceduto è stato scoperto un paio d'ore fa al...
spot

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...

Delfino spiaggiato a Sottomarina. Una rete da pesca nella laringe

Delfino spiaggiato a Sottomarina (Venezia): è il primo caso dell’anno sul litorale veneto. Una rete da pesca ritrovata nella laringe di un tursiope da parte degli esperti dell’Università di Padova.

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.