La confessione di Federica Boscolo Gnolo ha gelato parenti e amici

ultimo aggiornamento: 23/04/2015 ore 19:32

216

federica boscolo gnolo VTVE

Ormai non c’erano più dubbi, alla fine lo ha ammesso lei stessa, con triste sorpresa di tutti, la confessione di Federica Boscolo Gnolo ha raggelato parenti e amici che fino a quel momento l’avevano difesa.
E’ stata Federica Boscolo Gnolo, 31 anni, ad uccidere la sua piccola Farah, due mesi, o almeno così la ragazza ha dichiarato di fronte al giudice della Criminal Court di Londra.
Una svolta inaspettata nelle indagini che è arrivata poco dopo l’inizio dell’udienza nel complesso giudiziario dell’Old Bailey, a Londra, dove Federica Boscolo Gnolo lavorava, all’Hotel Lily. La 31enne era stata accusata di aver commesso il delitto d’infanticidio sbarazzandosi del corpicino della neonata all’interno di una valigia trolley blu a pois bianchi.
La ragazza però aveva sempre respinto le accuse di omicidio, e così avevano fatto a Chioggia i parenti, gli amici e chi la conosceva. Alla corte londinese Federica ha presentato una sua memoria in cui ammette di aver ucciso la figlia nata il 22 novembre scorso, e di aver fatto poi sparire il cadavere della bambina. Il reato di infanticidio in Gran Bretagna è punito con l’ergastolo e alla luce della confessione la corte deciderà se considerare le attenuanti richieste dall’avvocato di Federica, Sharma Sudhansu, basate sullo stress e depressione post parto per essersi trovata ad occuparsi della nuova nascita da sola, continuando a lavorare.

Redazione


23/04/2015

Riproduzione vietata


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here