27.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Isis, un altro ostaggio ucciso. Alan Henning decapitato con ripresa video

HomeCronacaIsis, un altro ostaggio ucciso. Alan Henning decapitato con ripresa video

alan henning decapitato da isis con video

Isis, non ferma la sua violenza.
Un altro ostaggio è stato ucciso.
Alan Henning è stato decapitato, sempre con la tecnica dell’esecuzione con l’ultimo messaggio in ripresa video.
Il video della decapitazione è già in rete e si tratta della quarta esecuzione con questa modalità in poche settimane. E’ il secondo ostaggio ucciso di nazionalità britannica.

L’Isis mostra tutta la sua crudeltà nel video, lungo un minuto e 11 secondi dal titolo ‘Un altro messaggio all’America e ai suoi alleati’, facendo annunciare al condannato la sua stessa morte: «Per via della decisione del nostro parlamento di attaccare lo Stato Islamico, io, in quanto britannico, pagherò il prezzo di quella decisione». Si fa riferimento, ovviamente, al via libera di Westminster, una settimana fa, ai raid aerei sull’Iraq al fianco di Usa e dei paesi della coalizione.

La moglie di Alan Henning, Barbara, aveva supplicato un gesto di compassione. Lo aveva fatto per iscritto prima, poi di nuovo in video, pochi giorni fa: «Lasciatelo andare, e’ un uomo buono», ma le suppliche non hanno ottenuto alcun esito.

Il video e le immagini diffuse dall’Isis sono inequivocabili.
Alan Henning è stato decapitato con il rito che abbiamo già purtroppo visto nelle precedenti occasioni. Il Foreign Office ha fatto sapere che sono necessarie verifiche
sull’autenticità del video, ma si è capito che c’e’ poco spazio per dubbi ormai.

L’uccisione dell’ostaggio inglese fa paura anche perchè nelle mani dell’Isis c’e’ un
altro britannico, John Cantlie.
Il padre 81enne, malato, sofferente, dal letto di ospedale, ha rivolto proprio oggi un’altra straziante supplica ai jihadisti: «Sappiate che è un uomo buono, che voleva solo aiutare i siriani e vi chiedo, in nome di quanto c’è di più sacro, aiutateci e permettetegli di tornare a casa sano e salvo, da coloro che ama e che lo amano».

Paolo Pradolin

04/10/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.