9.1 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Il Toro passa all’Olimpico, Lazio furiosa per il VAR

HomeCalcioIl Toro passa all’Olimpico, Lazio furiosa per il VAR
la notizia dopo la pubblicità

Lazio, vittoria a Empoli, con un minuto di paura

Monday Night difficile per la Lazio di Inzaghi, che si vede sconfitta per 1-3 in casa dal Torino. Nel primo tempo la partita è stata piuttosto equilibrata ma poco prima dell’intervallo il VAR è intervenuto su un doppio episodio che ha fatto molto discutere e che ha portato alla conseguente espulsione di Ciro Immobile, costringendo i biancocelesti a giocare tutto il secondo tempo in dieci. Mihajlovic ritrova la vittoria dopo ben quattro pareggi consecutivi.

Per la Lazio nessuna novità di formazione, Inzaghi si affida ai suoi fedelissimi tenendo in panchina Felipe Anderson, che aveva giocato in settimana in Europa League contro lo Zulte Varegem. Il Torino presenta qualche modifica: sulla fascia sinistra agisce Molinaro in luogo dello squalificato Ansaldi, Valdifiori gioca in cabina di regia mentre Berenguer viene schierato tra i 3 davanti. Ljajic non viene nemmeno portato in panchina ma deve guardare la partita dalla tribuna dell’Olimpico. I granata partono subito con grinta e sfiorano il gol con Belotti, servito genialmente da Iago Falque, ma il tiro colpisce il palo interno e termina sul fondo.

Immobile risponde subito al Gallo ma la sua incursione in area è stoppata da N’Koulou. Occasioni anche per Rincon da una parte e Marusic dall’altra, ma è Molinaro che ci va più vicino di tutti. Ancora Iago che inventa un assist pazzesco che libera il terzino ma il suo mancino va a pochi centimentri dal palo a Strakosha battuto. Nel finale tensione alle stelle: Immobile crossa in area, tocco di mano di Iago ma per l’arbitro non c’è nulla. Sempre nella stessa azione Immobile colpisce il palo e dà una leggera testata a Burdisso durante una discussione. L’arbitro utilizza il VAR ma invece di concedere il rigore espelle l’attaccante della Lazio.

Il Torino approfitta della superiorità numerica e passa in vantaggio con Berenguer, che dopo un rimpallo piazza il pallone alle spalle di Strakosha. Inzaghi manda dentro Felipe Anderson e Caicedo ma sono ancora i granata a trovare la via del gol grazie ad un pregevole mancino di Rincon, tra i migliori in campo. Il doppio svantaggio non scoraggia la Lazio, che la riapre con Luis Alberto e prova ad acciuffare il pareggio in inferiorità numerica. Mihajlovic inserisce il giovane Edera, che dopo soli tre minuti trova il gol del 3-1 che mette la parola fine sulla partita.

Accese proteste di Inzaghi poiché, dichiara, ci sono stati errori arbitrali a sfavore della Lazio per quattro domeniche di fila ed ipotizza che qualcuno non voglia la sua squadra tra le prime. Proteste di tutta la squadra perché anche Burdisso aveva ammesso di non essere stato toccato, ragione in più per concedere un rigore solare alla Lazio, che invece si troverà senza il proprio bomber.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

Con l’addio alle Suore Imeldine la mia Salizada San Canciano non esiste più

(Seguito dell'articolo "La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più") L’uscita da scuola. La fine delle lezioni, come l’inizio, era un altro rito. Si correva fuori, in un Campo San Canciano affollato di genitori, cercando con...

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo - San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo. Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato...

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Il Mose vince: Venezia “asciutta”. Perché la conferma tarda ad arrivare

L'acqua alta a Venezia non è arrivata: la marea ha toccato a Lido 138 cm. ma le paratie del Mose alle 18.40 di lunedì erano già issate

Venezia e sovraffollamento di turisti: altro weekend di passione

Ritorna l’onda alta della marea di turisti che assediano Venezia e che rispecchiano, come già tante volte abbiamo visto in questi anni, le situazioni di disagio e di crisi che la città si trova a subire a causa del sovraffollamento, dopo...

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....