Il mondo sottosopra – La guida contro le fake news di Massimo Polidoro

39

 

A tutti i giovani divulgatori
che con la loro passione
avvicinano le nuove generazioni
a una mentalità scientifica e basata sui fatti.
Che la forza sia con voi

Con questa dedica si apre il nuovo libro di Massimo Polidoro, Il mondo sottosopra, edito da Piemme, che ci conduce in un lungo viaggio nel mondo del verosimile, dell’improbabile e dello smaccatamente falso, svelando i meccanismi neurologici, psicologici e sociali dietro cui si celano pericolose e preoccupanti ossessioni. Il mondo sottosopra è un testo fondamentale per capire gli inganni della società in cui viviamo e un vero e proprio kit di sopravvivenza all’irrazionalità dilagante.

Viviamo un periodo storico particolare, un periodo in cui la società è spaccata in due: da una parte ci sono le persone che prima di dire qualcosa si accertano, studiano e si informano dall’altra abbiamo i creduloni, le persone adoranti del Dio Facebook e delle news che vengono condivise, che si indignano per un titolo senza andare a leggere l’articolo, che condividono senza prima controllare.

Quello che una volta era il passaparola e, da bambini il telefono senza fili, ora si fa sulle piattaforme social creando scompiglio ed indignazione in una società sempre più frenetica, che non ha tempo di fare i giusti controlli e che dubita di tutto.

A cercare di fare chiarezza su tutte le bufale, le cospirazioni e le false credenza, ci prova Polidoro che con il suo nuovo libro porta il lettore a riflettere su molti avvenimenti avvenuti sia nell’ultimo periodo che nel passato. L’autore, infatti, non si limita a creare specchietti su realtà che ben conosciamo o che crediamo di conoscere, ma ci fa un excursus storico sulle fake news del mondo antico, come il più grande falso dell’antichità ovvero la Donazione di Costantino, costituita da un falso editto di Costantino che enunciava concessioni favorevoli al potere della chiesa di Roma ed usato per giustificare la nascita del potere temporale del papato romano.

Polidoro si sofferma anche su un problema insito nell’essere umano, che problema non sarebbe se venisse utilizzato in maniera corretta. Ovvero che noi come persone siamo da sempre portate a raccontare storie e questo spinge a volerne sempre di più e ad ascoltare anche fonti non propriamente autorevoli mettendo benzina sul fuoco.

E così ci ritroviamo a credere a tutto e a niente. C’è una sezione del libro che ho trovato molto utile ed interessante ed è quella che ci offre una piccola guida per contrastare le false credenze. Capire come reagire davanti a chi è super sicuro che quella sia una certezza, quando è palesemente una bufala, come reagire davanti ad una news che ancora non è stata accertata, come argomentare contro una falsa credenza, sono tutti strumenti utili che l’autore ci offre per cercare di uscire dal medioevo culturale in cui stiamo finendo.

Per questo un libro come Il mondo sottosopra, scritto con la solita prosa accattivante ed accessibile a tutti di Polidoro, è utilissimo per riuscire a far chiarezza tra tutte le notizie e gli eventi storici che, giorno dopo giorno, vengono messi in discussione. Cosa c’è di vero nelle scie chimiche? E l’11 Settembre? Questi ragionamenti e molti altri ancora, pe aprirci la mente e vivere questo periodo storico con una presa di coscienza maggiore.

Sara Prian
Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 
Alice Bianco Sara Prian
Laureate in Tecniche Artistiche e dello spettacolo, sono grandi esperte di cinema e libri. Curano la rubrica di opere letterarie: recensioni editoriali, rassegne e nuove uscite. Sono Editor, Social Media Manager, Copywriter E' possibile contattarle a: pandorarecensioni.vdv@gmail.com

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here