24.9 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Giovanni Seno sui mezzi per comprendere il caos in Canal Grande

HomeNotizie Venezia e MestreGiovanni Seno sui mezzi per comprendere il caos in Canal Grande

canal grande veduta venezia

Per capire i passeggeri dei vaporetti Actv, ma anche i piloti che si fanno strada nel traffico, bisogna essere un di loro. Così ieri a bordo c’era anche l’amministratore delegato dell’azienda Giovanni Seno, che ha deciso di fare su e già sul Canal Grande affianco proprio di chi guida i vaporetti.

«Sono anche troppo bravi a districarsi nella selva di motoscafi, gondole, barche da trasporto», ha dichiarato Seno, sottolineando come sotto al ponte di Rialto non sia cambiato assolutamente niente dall’anno scorso.

«Spesso c’è chi non rispetta le regole – ha continuato – e per i nostri mezzi muoversi in questa situazione è davvero molto difficile».

L’ad di Actv dà, alla fine della corsa, una propria analisi della situazione spiegando che tutto quel caos non lo crea la società dei trasporti e quindi non la può nemmeno risolvere. «Siamo davanti alla trasformazione della città in vero e proprio alveare con le presenze turistiche che si moltiplicano e Actv non è più in grado di reggere questa massa di gente»

Seno invita così a riflettere sulle conseguenze di questa trasformazione che, se da una parte sono una manna dal cielo dal punto di vista economico, dall’altra danneggiano la città e le sue infrastrutture, portando al limite la resistenza di Venezia.

«Purtroppo la ricchezza non ha regole – ha concluso – tutti la rincorrono e se ne fregano del resto».

Sara Prian

[17/04/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.