elezioni comunali

A Padova e nelle province di Treviso, Verona e Vicenza, le elezioni comunali si sono concluse con diverse vincite, in special modo del Partito Democratico, ma anche tanti ballottaggi.

A Padova la sfida più importante, che vede il sindaco reggente Ivo Rossi del Pd, scontrarsi con Massimo Bitonci, della Lega Nord, capogruppo anche al Senato, sostenuto da Forza Italia. Il primo punta tutto sul voto degli elettori che hanno votato Francesco Fiore, candidato di Padova 2020, mentre Bitonci conta sui voti di coloro che hanno apposto la ics sul centrodestra di Maurizio Saia.

Nella provincia di Treviso, verranno chiamata a votare di nuovo l’8 giungo, i cittadini di: Vittorio Veneto, che dovranno scegliere tra l’uscente Gianantonio Da Re (Lista civica) e Roberto Tonon (Lista civica); Paese tra lo sfidante Valerio Mardegan (centrosinistra) e il leghista Francesco Pietrobon, sindaco uscente; a Preganziol tra Paolo Galeano (Pd e civiche) e Sergio Marton (Lega-centrodestra). Il celebre Giovanni Azzolini, sindaco uscente di Mogliano Veneto, dovrà invece vedersela con Carola Arena, candidata del Pd.

ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000

In provincia di Verona, sono i Comuni di Negrar, Legnago, Pescantina e San Bonifacio quelli costretti a ritornare alle urne. A Negrar, a scontrarsi saranno Roberto Grison del centrosinistra e Stefano Ceradini del centrodestra; a Legnago Clara Scapin del centrosinistra se la dovrà vedere con Loris Brisighin del centrodestra; a Pescantina Damiano Berzacola (‘’Pescantina domani’’, Lega Nord, ‘’Cambiare si deve’’), si sfiderà con Luigi Cadura (Pescantina democratica, Laboratorio), ed infine San Bonifacio, che vedrà l’ex sindaco Silvano Polo (Lega Nord) contro Giampaolo Provoli del centrosinistra.

A Bassano del Grappa, la situazione è uguale, ma qui le previsioni davano quasi per certo il ballottaggio. Riccardo Poletto, scelto con le primarie e sostenuto dal Pd, da ‘’Più Bassano’’ e ‘’Bassano per tutti’’ è in vantaggio su Federica Finco, sostenuta da Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, Lista civica di centro Udc e la civica ‘’Innamorati di Bassano’’. Riccardo Poletto può contare su una figura considerata importante: Giovanni Cunico, un 27enne definito ‘’il nuovo Renzi’’.

A Belluno invece, tra conferme e nuovi arrivi, la vittoria l’hanno vista in prevalenza i candidati alle Liste civiche. Tra i Comuni più importanti: Sedico sarà governato da Stefano Deon di “Progetto per Sedico”, Ponte nelle Alpi da Paolo Vendramini di “Ora la scelta comune”, Longarone di nuovo da Roberto Padrin di “Partecipazione Comune”. Ad Alleghe, Siro De Biasio (“Per il bene di Alleghe”), a Calalzo rieletto Luca De Carlo (“Io amo Calalzo”, unica lista), mentre a San Vito di Cadore, il quorum è mancato e così al posto dell’unico pretendente Emanuele Caruzzo (“San Vito futura”) arriverà il commissario prefettizio.

A Porto Viro, in provincia di Rovigo, trionfo dopo 15 anni del centrosinistra, con il nuovo sindaco Thomas Giacon, che arriva dopo due mandati di Doriano Mancin (sconfitto in questa tornata elettorale) e uno di Geremia Gennari. Ad Occhiobello, il sindaco uscente Daniele Chiarioni (lista civica Io scelgo – centrosinistra) ha vinto il testa a testa con Lorenzo Feltrin (Uniti per cambiare – lista di sinistra).

Redazione

[27/05/2014]

Riproduzione vietata

ULTIME NOTIZIE PUBBLICATE


Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here